Enzo Boso

Morto l'ex senatore leghista Enzo Erminio Boso

Tra i militanti del Carroccio era noto con lo pseudonimo di Obelix. Fondatore del partito in Trentino, era stato europarlamentare nel 2008. Ma di lui si ricordano anche le sparate contro i migranti.

  • ...

È morto nella notte per un infarto Enzo Erminio Boso, pittoresco ex senatore leghista anche noto con lo pseudonimo di Obelix. Nato il 9 luglio 1945 a Pieve Tesino, Boso è stato uno dei militanti del Carroccio della prima ora.Tra i fondatori della Lega Nord in Trentino, ha ricoperto il ruolo di senatore nella XI e XII Legislatura, dal 1992 al 1996. Nel 1998 e nel 2003 è stato eletto al Consiglio della Provincia autonoma di Trento. Candidato alle elezioni europee del 2004, ottenne circa 10 mila preferenze nella circoscrizione nord-orientale. A giugno 2008 fu nominato europarlamentare, subentrando a Gian Paolo Gobbo, e si iscrisse al gruppo parlamentare Indipendenza-democrazia. In vista delle Europee del 2014 la Lega Nord presentò la sua candidatura nella circoscrizione Italia nord-orientale, dove ottenne circa 3300 preferenze, non abbastanza per risultare eletto.

IL RICORDO DEL GOVERNATORE DEL VENETO ZAIA

«La scomparsa di Erminio 'Obelix' Boso è un fulmine a ciel sereno per chi come me lo conosceva bene», ha commentato il governatore del Veneto Luca Zaia. «L'avevo incontrato durante l'ultima campagna elettorale, che aveva incoronato Maurizio Fugatti, suo pupillo da sempre, a presidente della Provincia di Trento. «Era un personaggio silente ma non assente», ha aggiunto Zaia, «che sapeva parlare nel momento giusto, con i tempi, la convinzione, la determinazione e le caratteristiche tipiche delle genti di montagna. Boso rappresentava lo spirito della Lega della prima ora e si era sempre battuto per un Trentino leghista: un sogno che ha fatto a tempo a realizzare». Malgrado le iniziative folkloristiche, come la battaglia per il consumo della carne di orso, di Boso si ricordano purtroppo anche diverse uscite sgradevoli, come le proposte di convogli speciali per gli extracomunitari e le affermazioni di giubilo per il naufragio dei barconi carichi di migranti.

11 Gennaio Gen 2019 1034 11 gennaio 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso