Stipendio Fabio Fazio Dibattista Rai

Cosa ha detto Di Battista sui tagli alla Rai e alla politica

Il pentastellato annuncia una «sforbiciata senza precedenti» agli stipendi di giornalisti, parlamentari e senatori. «Tutti devono fare sacrifici».

  • ...

Con un post pubblicato sul suo profilo Facebook l'ex deputato del M5s Alessandro Di Battista ha voluto annunciare i drastici tagli alle spese della politica oltre che degli stipendi dei giornalisti e conduttori in Rai. «Altra cosa fondamentale. È giunto il tempo di una sforbiciata senza precedenti», ha scritto. Per poi aggiungere: «Qua i sacrifici li fanno tutti tranne i politici o i conduttori Rai pagati con denaro pubblico che sono giornalisti, ma non hanno contratti da giornalisti». Il riferimento è a Fabio Fazio, tra i più criticati dal governo giallo-verde e Bruno Vespa.

Altra cosa fondamentale. È giunto il tempo di una sforbiciata senza precedenti dei costi della politica e non solo. Qua...

Geplaatst door Alessandro Di Battista op Zondag 3 februari 2019

NEL MIRINO DEL GOVERNO GLI STIPENDI DI FAZIO E VESPA

«Adeguamento dei contratti di Fazio e Vespa. Sono giornalisti e guadagnino come loro (massimo 240 mila euro lordi all'anno)». Si legge ancora nel post di Alessandro Di Battista. Secondo l'ex deputato grillino si tratta di una delle «cose fondamentali» da fare il prima possibile. Ma questo è solo un assaggio. Subito dopo il pentastellato ha stilanto una lista in sette punti in cui si prevedono tutti i tagli che lui e il Movimento 5 stelle avrebbe in mente per risanare i conti pubblici.

LA LISTA DEI TAGLI PENSATA DA DI BATTISTA

Tra le prime voci del 'listone' pubblicato da Di Battista c'è il «taglio di 3.500 euro al mese sullo stipendio dei deputati» con un risparmio stimato secondo lui di circa 22 milioni di euro all'anno. Stessa sorte toccherebbe ai senatori per un risparmio, questa volta, di 11 milinoni all'anno. Ma anche i consiglieri regionali si potrebbero veder decurtare «3.500 euro al mese sullo stipendio» con circa 36 milioni di euro risparmiati ogni anno. Al quarto punto il focoso grillino propone «l'abolizione totale di tutte le doppie indennità, sia alla Camera che al Senato che nei Consigli regionali» a cui si deve aggiungere la sforbiciata di oltre 300 parlamentari. Poi la nota Fazio-Vespa che non dovrebbero guadagnare più di 240 mila euro all'anno. Di Battista chiude con la cancellazione «dell'assegno di fine mandato – TFR - per tutti i parlamentari (io, per una sola legislatura ho preso 43 mila euro, ovviamente restituiti, pensate le centinaia di milioni di euro che finiscono nel TFR dei parlamentari)».

3 Febbraio Feb 2019 1119 03 febbraio 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso