Xi Jinping In Italia Marzo 2019

La cronaca dell'ultimo giorno di Xi Jinping in Italia

Dopo la firma degli accordi commerciali alla presenza del premier Conte, il presidente della Cina è atteso a Palermo. Qui dovrebbe concludere la sua visita.

  • ...

Ultimo giorno a Roma per il presidente cinese Xi Jinping. Dopo il suo arrivo nella capitale di venerdì 22 marzo e l'incontro con il capo di stato italiano Sergio Mattarella, è arrivata intorno alle 11.30 di sabato 23 la firma degli accordi commerciali tra le delegazioni ministeriali dei due Paesi. Si tratta di 29 trattati - comunque in numero minore rispetto al memorandum iniziale sfoltito di una ventina di voci dopo alcuini irrigidimenti e dietrofront a riguardo di settori sensibili come quello delle telecomunicazioni - per un valore complessivo di circa 20 miliardi. «È stato un grande successo, ringrazio di cuore il governo italiano», ha detto il presidente cinese prima di lasciare il Paese.

CONTE SODDISFATTO DOPO LA FIRMA DEGLI ACCORDI CON LA CINA

Non ha nascosto la sua felicità Giuseppe Conte dopo la firma degli accordi commerciali con la Cina. «Questi due Paesi devono impostare relazioni più efficaci e costruire meglio rapporti che sono già molto buoni», ha spiegato il premier nel corso del bilaterale con il presidente Xi Jinping a villa Madama. Poi l'augurio che «l'incontro sia stato proficuo e ci permetta di guardare con rinnovato interesse» ai rapporti italo-cinesi. Diversi i ministri delle due delegazioni presenti in sala, tra cui per l'Italia anche Giovanni Tria ed Enzo Moavero. Dopo la cerimonia delle firme è stata organizzata una colazione di lavoro tra Conte e il presidente cinese.

XI JINPING SPINGE PER MAGGIORI SINERGIE TRA ITALIA E CINA

«Con questa visita abbiamo intensificato la nostra amicizia tradizionale e i nostri rapporti bilaterali. In futuro possiamo ancor di più promuovere la cooperazione tra Italia e Cina», ha spiegato Xi Jinping rivolgendosi al presidente Sergio Mattarella nel corso del commiato ufficiale al Quirinale. Alle 14 poi la partenza in direzione Palermo dove il presidente cinese dovrebbe terminare la sua visita in Italia.

LA FIRMA SUGLI ACCORDI

Al termine delle presentazioni del caso alla stampa sono stati il ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, e il presidente della National Development and Reform Commission, He Lifeng, hanno firmato a villa Madama il Memorandum d'Intesa tra Italia e Cina sulla collaborazione nell'ambito della "Via della Seta Economica" e dell' "Iniziativa per una Via della Seta marittima del 21° secolo. «Solo gli accordi firmati qui oggi in sostanza valgono 2,5 miliardi di euro. Accordi che hanno un potenziale di 20 miliardi», ha successivamente spiegato il Di Maio.

23 Marzo Mar 2019 1155 23 marzo 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso