Reddito Di Cittadinanza Online Non Funziona

Stop temporaneo alle domande online per il reddito di cittadinanza

Lo ha comunicato il ministero del Lavoro. Il congelamento «in attesa che venga aggiornato il modello con le ultime novità normative». Cosa succede ora.

  • ...

Problemi con le domande per il reddito e la pensione di cittadinanza. È stata infatti «temporaneamente sospesa» la possibilità di presentarle online, «in attesa che venga aggiornato il modello di domanda con le ultime novità normative».

Lo ha comunicato il ministero del Lavoro sul suo sito. La legge di conversione del cosiddetto decretone, pubblicata sulla Gazzetta ufficiale venerdì 29 marzo 2019, introduce delle modifiche alle disposizioni relative a reddito e pensione di cittadinanza, approvate nel passaggio tra Camera e Senato.

NOVITÀ: STRETTA SUGLI STRANIERI, BENEFICI PER I DISABILI

La finestra per presentare le nuove domande si riapre il 6 aprile. La legge di conversione contiene diverse novità sul fronte del reddito: dalla stretta sugli stranieri a quella sui falsi divorzi o i falsi single, fino alle maglie più larghe per ottenere il beneficio per i nuclei con persone con disabilità.

IN UN MESE PRESENTATE ONLINE 30 MILA RICHIESTE

Dopo il primo mese sono state oltre 850 mila le domande, su una platea di potenziali beneficiari stimata attorno a 1,3 milioni di famiglie. In 600 mila si sono presentati ai Caf, mentre 223 mila hanno fatto la fila allo sportello delle Poste. E circa 30 mila hanno scelto di fare richiesta direttamente online.

CONTE: «PROTEGGIAMO I PIÙ DEBOLI E VULNERABILI»

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, parlando al Festival dell'Economia civile a Firenze, aveva detto che «il reddito di cittadinanza e quota 100 esprimono una politica a forte impatto sociale. Per proteggere i più deboli e vulnerabili. Dobbiamo continuare a lavorare per invertire l'esclusione di fasce sempre più ampie della popolazione e introdurre operazioni riparatrici nei confronti di lavoratori che sono state una concreta violazione del patto sociale».

1 Aprile Apr 2019 1300 01 aprile 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso