Europee 2019
Europee 2019
Elezioni Europee 2019 Liste Italia Simboli

I partiti italiani presentano i simboli per le Europee 2019

Tra i primi in fila al Viminale il Partito internettiano, la Liga Veneta Repubblica, il Sacro Romano Impero Cattolico e la Democrazia cristiana. Presenti anche Casapound e Lega.

  • ...

Tra domenica 7 e lunedì 8 aprile i partiti italiani sono stati chiamati a presentare simboli e liste in vista delle Elezioni europee previste in Italia il 26 maggio.

Il primo movimento politico a presentarsi al Viminale è stato il Partito internettiano. Il suo leader è Francesco Miglino che ha sostenuto di essersi posizionato «da due giorni» per avere la priorità nella consegna di lista e simbolo. Il suo programma prevede una «completa revisione dell'Europa attualmente in mano alle banche e all'austerità. Diciamo no alle censure delle rotative controllate dai potenti», ha spiegato. Subito dietro di lui si trovavano la Liga Veneta Repubblica con lo storico simbolo del leone veneziano e il Sacro Romano Impero Cattolico di Mirella Cece. In coda al Viminale nella mattinata di domenica 7 aprile anche la Democrazia cristiana e il Movimento dei Forconi e il Popolo della Famiglia con Mario Adinolfi.

LEGGI ANCHE: Di Maio dice che gli alleati della Lega negano l'Olocausto

GLI ALTRI PARTITI CHE HANNO DEPOSITATO I SIMBOLI

In tutto sono 17 i simboli che, domenica 7 aprile, sono stati pubblicati e depositati al ministero dell'Interno. Tra gli altri troviamo il Movimento La Catena, Partito Pirata, L'Altra Italia, Movimento Poeti d'Azione, Lega Salvini Premier, Federazione dei verdi, Movimento 5 Stelle, Popolari per l'Italia, Sudtiroler Volkspartei e Nuovo Cdu Cristiani democratici uniti.

LA LEGA: «NEL SIMBOLO NESSUN RIFERIMENTO A GRUPPI EUROPEI»

A depositare il simbolo della Lega per le Europee è stato Roberto Calderoli che ha voluto subito precisare come «non ci saranno al suo interno riferimenti a gruppi europei» ma la consueta scritta Salvini premier. «Da trent'anni noi siamo al deposito delle liste tra i primi. Ci aspettiamo un grande risultato, credo che avremo grande rappresentanza in Parlamento e quindi, alleandoci, potremo cambiare questa Europa. Affluenza? La campagna elettorale deve dire che il voto conta se vogliamo cambiare l'Europa tutti devono andare a votare».

CASAPOUN ALLE EUROPEE CON DESTRE UNITE

A depositare nella giornata di domenica 7 aprile simbolo e liste per le Europee 2019 c'era anche Casapound che ha deciso di presentarsi in tandem con Destre unite. Presente il leader del movimento politico Simone Di Stefano insieme a Massimiliano Panero in rappresentanza della realtà che riunisce tante micro sigle del mondo della destra. Casapound fa così riferimento all'Aemn (Alleanza europea movimenti nazionali), rappresentata nell'Europarlamento dall'ungherese Bela Kovacs. «Puntiamo a essere eletti al parlamento europeo e rappresentare le tematiche abbandonate da Salvini e Di Maio come l'uscita dall'euro e dall'Ue, cioè da chi fino al 4 marzo ha indossato la maglietta 'Basta euro' e il 5 l'ha tolta», ha detto Di Stefano.

7 Aprile Apr 2019 1045 07 aprile 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso