Europee 2019
Europee 2019
Caio Giulio Cesare Mussolini Facebook

Caio Giulio Cesare Mussolini ha accusato Fb di discriminazione

Il candidato di Fdi alle Europee, pronipote del Duce, sta valutando azioni legali contro il social network dopo che gli è stato bloccato il profilo.

  • ...

La leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, ha ufficializzato il 7 aprile la candidatura alle Europee di Caio Giulio Cesare Mussolini, pronipote del Duce, e all'indomani è già polemica. «Voglio tranquillizzare tutti: non farò campagna elettorale con fasci littori, saluti romani e fez. Trovo però inaccettabile che Facebook chiuda il mio profilo personale solo perché il mio cognome è Mussolini. Ieri sono stato bloccato fino al giorno 11 di Aprile, pur non avendo scritto nulla. Dopo una giornata di insulto libero contro la mia persona e la mia famiglia. Se poi la policy di Facebook è consentire foto a testa in giù, insulti, minacce di morte e di aggressioni, e al contempo sanzionare una persona solo per il suo cognome, allora siamo messi malissimo. Qui l'unico discriminato sono io. Facebook si comporta come un centro sociale. È inaccettabile. Sto valutando con i miei avvocati se iniziare un'azione legale», ha affermato in una nota Caio Mussolini, candidato nella Circoscrizione Sud alle Europee 2019.

Voglio tranquillizzare tutti: non farò campagna elettorale con fasci littori, saluti romani e fez. Trovo però...

Geplaatst door Caio Mussolini op Maandag 8 april 2019

MELONI: «DITTATURA DEL PENSIERO UNICO»

«Dopo l'annuncio della candidatura con Fratelli d'Italia, Caio Mussolini è stato riempito di insulti e minacce sui social da parte dei sedicenti democratici. E invece di bloccare questi bulli da tastiera, Facebook ha pensato bene di bloccare Caio per il cognome. La dittatura del pensiero unico è in corso amici», ha scritto su Facebook la Meloni. Fratelli d'Italia ha consegnato al Viminale il suo simbolo per le Europee. Nel contrassegno appaiono, oltre al nome della leader Giorgia Meloni e al tradizionale simbolo del partito, le scritte 'sovranisti' e 'conservatori'. «È un simbolo», ha spiegato il capogruppo alla Camera Francesco Lollobrigida, «che sarà corredato da un programma importante che sarà presentato sabato e domenica al Lingotto. Sovranisti e conservatori, perché siamo una alternativa di governo possibile, e assieme al nome della nostra leader abbiamo indicato il nome della 'famiglia' a cui abbiamo aderito. Noi siamo già nei 'Conservatori riformisti', vogliamo cacciare la sinistra e sogniamo una Europa confederale che curi gli interessi della gente»

8 Aprile Apr 2019 1813 08 aprile 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso