Camera Pensioni Oro Dipendenti

La Camera taglia le "pensioni d'oro" dei dipendenti

Recepita la norma della legge di Bilancio. Il presidente Fico: «Risparmio di 100 milioni in cinque anni». Efficace a partire dall'1 gennaio 2019.

  • ...

Anche sugli ex dipendenti della Camera dei deputati si abbatte il taglio delle 'pensioni d'oro'. L'Ufficio di presidenza ha recepito anche a Montecitorio la decurtazione prevista dall'ultima legge di Bilancio.

Esulta il presidente Roberto Fico, sottolineando che il taglio determinerà per le casse di Montecitorio un risparmio di 20 milioni di euro l'anno. «Siamo riusciti», spiega Fico, «a fare un taglio delle pensioni per i dipendenti ed ex dipendenti superiori a 100 mila euro».

«RISPARMIO DA 100 MILIONI IN CINQUE ANNI»

Il taglio, sostiene, sarà «del 15% per chi percepisce pensioni tra 100 e 130 mila euro all'anno, del 25% per le pensioni da 130 a 200 mila euro, del 30% per le pensioni fra i 200 e i 350 mila euro, del 35% per le pensioni tra 350 e 500 mila euro e del 40% per pensioni superiori a mezzo milione di euro. Il taglio sarà applicato per cinque anni e determinerà un risparmio di 20 milioni all'anno». Secondo Fico «a essere interessati saranno tutti quelli che sono andati in pensione col vecchio sistema retributivo». E dunque, arriva «una misura di giustizia sociale e di buon senso che varrà per i prossimi cinque anni, esattamente come quella varata dalla legge di Bilancio per tutti i cittadini italiani. Il principio voluto dal parlamento di tagliare le pensioni d'oro va applicato a tutti gli organi costituzionali: anche Montecitorio fa lo stesso, e il risparmio per i cittadini sarà di circa 100 milioni di euro».

EFFICACE DALL'1 GENNAIO 2019

Il taglio è efficace a partire dall'1 gennaio 2019, come previsto dalla legge di Bilancio. A maggio ci sarà la prima trattenuta sui ratei dei pensionati di Montecitorio, cui tra maggio e dicembre verranno tolte le somme risultanti dal taglio relative ai mesi da gennaio ad aprile. «Sono molto contento: sono notizie importanti», sottolinea il presidente della Camera, «che rinsaldano il rapporto tra Istituzioni e cittadini: ferite aperte che stiamo provando a rimarginare. Cercheremo di andare avanti. È un risparmio incredibile e ringrazio l'ufficio di presidenza».

10 Aprile Apr 2019 1953 10 aprile 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso