Umbria Marini Dimissioni

Cosa ha detto Catiuscia Marini dopo le dimissioni

L'ex presidente della Regione Umbria si sfoga su Zingaretti. E dice di aver scelto di lasciare l'incarico anche per sfuggire alla gogna mediatica e avere le mani libere. 

  • ...

Il giorno dopo le dimissioni da presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini ha deciso di sfogarsi: «Sono l'unica presidente di Regione donna del Pd. Altri presidenti del mio partito sono indagati, ma solo a me viene chiesto un gesto di responsabilità», ha dichiarato la presidente umbra dimissionaria. «Fermo restando che nessuno mi ha chiesto di dimettermi e che la scelta è avvenuta in totale autonomia, faccio fatica a comprendere perché il segretario a me che sono donna chiede di essere responsabile, mentre non lo fa con i presidenti uomini».

L'ex presidente non nasconde la sua «amarezza». Spiega, comunque, che l'idea di rassegnare le dimissioni l'aveva già maturata nella giornata di lunedì 15 aprile. «Chi guida le istituzioni non può avere nessuna ombra e questo è un principio a cui ho sempre fatto fede. E poi dovevo sottrarmi alla gogna mediatica alla quale sono stata sottoposta, come se il fulcro di tutto fossi io e all'uso strumentale da parte della politica. Uso strumentale che considero grave», ha concluso. La scelta di dimettermi, ha aggiunto, mi restituisce anche una piena libertà di pensiero e di parola, senza avere così il dovere di mediare e misurare come viene chiesto a un rappresentante delle istituzioni». «Adesso», ha aggiunto, «posso dire e fare tutto quello che voglio».

17 Aprile Apr 2019 1231 17 aprile 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso