Risparmiatori Banche Venete M5s Lega

Risparmiatori banche venete contro M5s e Lega

Le 15 associazioni si scagliano contro il governo: «Vittime di una 'truffa politica' da parte dei partiti di maggioranza dell'attuale esecutivo».

  • ...

Sui rimborsi legati ai fallimenti delle banche venete «pare che si sia in presenza di una colossale montatura ai danni della collettività dei risparmiatori i quali, alle prossime elezioni, in mancanza di uno sblocco immediato della situazione, non potranno che dare il proprio voto a soggetti diversi da Lega e 5 stelle». Lo hanno annunciato il 20 aprile le 15 associazioni dei risparmiatori 'truffati' dai crac di BpVi e Veneto Banca, che ritengono di essere «vittime di una 'truffa politica' commessa ai loro danni dai partiti di maggioranza dell'attuale esecutivo».

Durante la campagna elettorale - prosegue la nota delle associazioni - «promesse mirabolanti, una volta al governo tanta incompetenza, approssimazione e inconcludenza». «Non si rende conto il governo», viene sottolineato dal coordinamento, «che non può non emanare una legge di tal rilevanza solo perché due su 19 associazioni ("Noi che credevamo nella Popolare di Vicenza" e "Coordinamento Don Torta Banche Popolari Venete", ndr) non riconosciute e costituite solo dopo il dissesto delle due banche popolari venete, non hanno manifestato il loro gradimento al contenuto di tale normativa? Appare evidente in ogni caso che si sia in presenza di una manovra posta in essere dall'Esecutivo al fine di rinviare sine die l'emanazione della normativa in materia di risparmio tradito, l'ennesimo schiaffo ai tanti cittadini che hanno visto andare in fumo i risparmi di una vita».

20 Aprile Apr 2019 1514 20 aprile 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso