Rifiuti Android Smartphone 111017171306
ECOLOGIA
30 Ottobre Ott 2011 0634 30 ottobre 2011

Ti riciclo con un clic

Rifiuti: smartphone e app "verdi" per aiutare l'ambiente.

  • ...
Ci sono le app che sensibilizzano i più giovani sull'importanza del riciclaggio, quelle dedicate solo ad alcuni tipi di rifiuti e perfino quelle nate con obiettivi di più ampio respiro con il fine ultimo di indurre gli utenti ad abbracciare la causa verde.

Una spiccata sensibilità ambientale, la voglia di migliorare le cose e, soprattutto, uno smartphone sempre pronto in tasca. Eccole le sentinelle green nel nuovo millennio, pronte a salvare il pianeta a colpi di clic.
E se si tratta di preservare città, campagne, boschi dall'inarrestabile invasione di rifiuti di ogni genere, la missione può diventare anche particolarmente agevole.
LO SMARTPHONE COME ALLEATO. Sono infatti decine le applicazioni in circolazione che gli utenti possono scaricare per farsi assistere nel non sempre facile compito di differenziare i propri rifiuti o di trovare le isole ecologiche adatte per ogni tipologia di scarto. Lo smartphone diventa così l'alleato privilegiato da interpellare quando si tratta di risolvere dubbi amletici davanti i contenitori della differenziata e non solo.
SPOSARE LA CAUSA VERDE. Ci sono le app che sensibilizzano i più giovani sull'importanza del riciclaggio, quelle dedicate solo ad alcuni tipi di rifiuti e perfino quelle nate con obiettivi di più ampio respiro con il fine ultimo di indurre gli utenti ad abbracciare la causa verde, contribuendo, con l'ausilio dei propri telefonini, a segnalare scempi e disastri ambientali sul proprio territorio.
Il fenomeno è praticamente mondiale, complice la sempre crescente attenzione delle persone alle tematiche ambientali che va di pari passo alla necessità per le aziende di mostrarsi al pubblico il più “eco-friendly” possibile.

Un codice a barre per rispettare l'ambiente

Sul fronte internazionale, è in attesa di essere lanciato sull'Apple store Which bin, l'applicazione ideata dall'imprenditore australiano Jason Smale per aiutare ad effettuare al meglio la raccolta differenziata.
Grazie alla lettura dei codici a barre dei prodotti acquistati, l'iPhone indica all'utente il contenitore giusto, suggerendo inoltre comportamenti ecocompatibili per salvaguardare l'ambiente.
COINVOLGERE ATTIVAMETE GLI UTENTI. Sarebbe impossibile mettere a punto un database così completo da contenere tutte le norme sul riciclo dei rifiuti nei vari Paesi. Per questo Smale, vincitore di un concorso indetto dalla Apple per le migliori app, sta perfezionando il sistema e ha deciso di coinvolgere gli stessi utenti per aggiornare continuamente i dati in suo possesso.
È invece già disponibile Tiriciclo. un'applicazione gratuita sempre per iPhone che assiste l'utente nella raccolta dei cartoni in Tetra Pak. Inoltre permette di verificare dove sono ubicati nei vari comuni i cassonetti specifici per questo rifiuto.

L'idea made in Italy: un Dizionario dei rifiuti

Un'immagine dell'app italiana Dizionario dei rifiuti.

Anche in Italia stanno fioccando iniziative di questo genere e delle più diverse tipologie. È arrivato a quasi 2.000 download il Dizionario dei rifiuti, un'app per Android nata con l'obiettivo di aiutare tutte quelle persone in difficoltà con la raccolta differenziata. L'idea è di Francesco Cucari, diciottenne di Rotondella, un piccolo paesino in provincia di Matera.
Francesco ha deciso di correre in aiuto dei suoi concittadini spaesati da quando nel piccolo comune è entrata in vigore la raccolta differenziata.
BEN 800 RIFIUTI 'INDICIZZATI'. L'interfaccia dell'applicazione, gratuita, è semplice: si inserisce cosa si vuole differenziare e dopo aver premuto sul pulsante “Getta” si ottiene la risposta.
Nel Dizionario sono al momento presenti 800 rifiuti, ma questa lista può aumentare grazie agli utenti dato che l’applicazione consente di mandare sms o email allo sviluppatore.
Il software preleva le informazioni sul corretto conferimento direttamente dalle aziende che si occupano della raccolta differenziata come l'Ama di Roma o l’Amsa di Milano.

Il Rifiutologo: un servizio per ogni Comune

Dai giovanissimi sviluppatori del Sud, si arriva alle iniziative delle aziende del nord. Hera, holding operante nel settore della distribuzione di gas, acqua, energia e nello smaltimento dei rifiuti, ha presentato da poco a Milano il Rifiutologo, applicazione per iPad, iPhone e iPod Touch che sarà presto pronta anche per dispositivi Android.
SERVIZIO DI INFORMAZIONE IN TEMPO REALE. In funzione del comune di residenza, Rifiutologo è in grado di fornire le indicazioni su come organizzarsi per effettuare la raccolta differenziata, grazie al sistema Gps capace di rilevare il punto in cui l’utente si trova e suggerirgli le stazioni ecologiche più vicine, con relativi orari di apertura al pubblico e tipologie di materiali conferibili.
A Treviso invece la Virosac ha messo a punto un'applicazione per iPhone e iPad che insegna ai più piccoli come si raccolgono i rifiuti. Nel gioco, scaricabile gratuitamente, il protagonista deve decidere di volta in volta cos’è plastica, rifiuto secco, umido o speciale.
È sempre indirizzata ai giovani l'app tutta italiana dall'emblematico titolo: Differenziata. Anche qui, grazie a un divertente personaggio, si imparano i principi per una corretta raccolta differenziata e c'è la possibilità di visualizzare i giorni di raccolta in un calendario del tutto simile a quello Apple.

Il vandalismo e la cittadinanza attiva

Grazie a Raeeporter i possessori di iPhone possono usare un'app per scattare foto ai rifiuti elettronici abbandonati nelle strade e segnalarne la posizione all'Ecodom, il Consorzio italiano recupero e riciclaggio elettrodomestici.

Ma oltre ad assistere gli utenti, le applicazioni nascono anche per sollecitare lo spirito green e indurre le persone a farsi parte attiva nella risoluzione di problematiche ambientali. Grazie a Raeeporter i possessori di iPhone possono usare un'app per scattare foto ai rifiuti elettronici abbandonati nelle strade e segnalarne la posizione all'Ecodom, il Consorzio italiano recupero e riciclaggio elettrodomestici che poi invia le coordinate geografiche degli scempi ambientali agli enti competenti affinché provvedano al recupero del Raee.
SEGNALAZIONE PER MIGLIORARE LA CITTÀ. Sulla stessa linea si pone Decoro Urbano con cui, via smartphone e pc, è possibile inviare segnalazioni in merito alla gestione dei rifiuti, alla manutenzione e alla segnaletica stradale, al degrado nelle zone verdi, al vandalismo e alle affissioni abusive. Le istituzioni che aderiscono al network utilizzano la mappa per monitorare il territorio e informano i cittadini sugli interventi effettuati.
CONOSCERE L'ARIA CHE RESPIRIAMO. Nasce invece con l'intento di informare sul tasso di inquinamento dell'aria Visibility. Come? Semplicemente scattando una foto al cielo si ottengono dettagli sulla qualità dell’aria. Analizzando l’immagine ricevuta e comparandola con un modello algoritmico, si è in grado di determinare il livello di inquinamento e si ricevono anche eventuali avvertimenti in merito: magari la prossima volta meglio non usare l'auto per percorrere solo pochi metri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso