Caldo: 50 gradi percepiti in Sardegna
Scienza e Tech
20 Giugno Giu 2018 1419 20 giugno 2018

La temperatura media delle città italiane è salita di un grado

E rispetto agli anni 1971-2000 piove anche di più. Gli ultimi dati pubblicati dall'Istat.

  • ...

La temperatura media annua nelle città italiane capoluogo di regione è salita a 15,5 gradi nel periodo 2002-2016, in aumento di un grado rispetto agli anni 1971-2000. Secondo l'Istat, inoltre, ci sono stati in media 110 giorni estivi e 45 notti tropicali, rispettivamente 17 e 14 in più sulla media climatologica.

CONFERMATA LA TENDENZA AL RISCALDAMENTO. Parallelamente si è ridotto il numero di giorni con gelo (-3), di notti fredde (-9) e di giorni freddi (-11), a conferma di una tendenza al riscaldamento nelle nostre principali città. In aumento anche le piogge: la precipitazione totale media annua, infatti, è stata pari a 778 millimetri, l'1,6% in più rispetto al valore climatico registrato tra il 1971 e il 2000.

IL FENOMENO DELLE "BOMBE D'ACQUA". La variabilità spazio-temporale delle precipitazioni, tuttavia, si conferma elevata. Genova, seconda città per precipitazione totale media nel periodo considerato, ha segnato l’anomalia negativa più alta (-206,2 mm); Palermo (+166,8 mm) e Campobasso (+162,1 mm) l'anomalia positiva maggiore. Nel periodo 2002-2016 i giorni piovosi sono stati in media 82, in linea con il valore climatico 1971-2000. Negli ultimi quindici anni, inoltre, il 24,7% della precipitazione totale media annua è ricaduta nei giorni molto piovosi, con un valore medio pari a 192 mm. Un fenomeno che dà la misura delle cosiddette "bombe d'acqua".

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso