Roberto Battiston Agenzia Spaziale Governo
Scienza e Tech
6 Novembre Nov 2018 1252 06 novembre 2018

Il governo ha tolto a Battiston la presidenza dell'Agenzia spaziale

L'annuncio in un tweet pubblicato dall'ormai ex numero uno dell'Asi: «È il primo spoil system di un ente di ricerca».

  • ...

Roberto Battiston è stato revocato dalla presidenza dell'Agenzia spaziale italiana (Asi). A renderlo noto è stato lui stesso in un tweet. «Oggi il ministro Bussetti con mia sorpresa mi ha comunicato la revoca immediata dell'incarico di presidente Asi. È il primo spoil system di ente di ricerca», ha scritto Battiston. «Grazie», ha aggiunto, «alle migliaia di persone con cui ho condiviso quattro anni fantastici di spazio Italiano».

Il laconico messaggio del fisico, alla guida dell'Agenzia dal 2014, con un mandato rinnovato nel maggio scorso e che sarebbe scaduto nel 2022, non nasconde l'amarezza per il decreto. Ma che il governo avesse intenzione di rimuovere Battiston dal suo incarico era nell'aria: nel luglio scorso era stata insediato presso la presidenza del Consiglio un comitato interministeriale per le politiche spaziali e, a sorpresa, il presidente dell'Asi ne era stato escluso, mentre il coordinamento era stato affidato al sottogretario Giancarlo Giorgetti, leghista come il ministro dell'Istruzione, università e ricerca Bussetti, che ha revocato ora il mandato a Battiston. Sempre a luglio, il governo non aveva rinnovato il Consiglio d'amministrazione dell'Asi, bloccando di fatto le attività dell'Agenzia.

ATTIVO DA OLTRE 20 ANNI NEL SETTORE SPAZIALE

Nato a Trento nel 1956, sposato con quattro figli, Battiston è ordinario di fisica sperimentale all'università di Trento, presidente della Commissione II dell'Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn) per la Fisica astroparticellare ed è membro del Tifpa (Trento institute for fundamental phisycs and application), il nuovo Centro nazionale dell'Infn. Dopo la laurea in Fisica alla Scuola Normale di Pisa, si è perfezionato in Francia, all'Ecole Normale Superieure, e nel 1982 ha conseguito il dottorato presso l'università di Parigi IX, Orsay. Nel 1993 è diventato ordinario di fisica generale nell'università di Perugia. Da oltre 20 anni è attivo nel settore spaziale, in particolare nella ricerca sui raggi cosmici e nel 1994, con il Nobel Samuel C.C. Ting ha proposto la realizzazione dell'esperimento Ams, il "cacciatore di antimateria" installato dal 2011 all'esterno della Stazione spaziale internazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso