New Horizons Nasa Ultima Thule
Scienza e Tech
1 Gennaio Gen 2019 1840 01 gennaio 2019

La sonda New Horizons ha raggiunto Ultima Thule

La sonda della Nasa ha sorvolato il più lontano corpo celeste mai osservato da vicino. E potrà dare informazioni sulle origini dell'universo.

  • ...

Ce l'ha fatta. New Horizons ha sorvolato Ultima Thule, nel viaggio più lungo mai compiuto da una sonda, fino a 6,4 miliardi di chilometri dalla Terra. Erano le 6:33 italiane quando la sonda puntava la sua videocamera su Ultima Thule, facendo esultare l'equipe del laboratorio di fisica applicata John Opkins, in Maryland, e facendo esclamare «Vai New Horizons!» ad Alan Stern, responsabile della missione Nasa.

ULTIMA THULE SORVOLATO SENZA DANNI

Soltanto 10 ore dopo, quando le immagini riprese sono arrivate sulla terra, si è avuta però la conferma che New Horizons era sopravvissuta al rischioso sorvolo di Ultima Thule: «Mai in precedenza un dispositivo spaziale ha esplorato un oggetto così lontano», ha spiegato aggiunto Stern. A festeggiare l'evento anche Brian May, chitarrista dei Queen ma anche dottore di ricerca in Astrofisica, autore della colonna sonora del viaggio di New Horizons: «Ecco una notte che nessuno di noi dimenticherà mai», ha commentato.

VIAGGIO ALLE ORIGINI DELL'UNIVERSO

La missione potrà fornire nuovi dettagli sull'origine dell'universo: «Questo oggetto è talmente ghiacciato che si è conservato nella sua forma originale», ha spiegato Stern, «tutto ciò che impareremo su Ultima, la sua composizione, la geologia, come si è formata, se ha satelliti o atmosfera, ci darà elementi sulle condizioni di formazione dei corpi del sistema solare». Finora di Ultima Thule, corpo celeste della fascia di Kuiper scoperto nel 2014 dal telescopio spaziale Hubble, si sa pochissimo. La sua dimensione è stimata nell'ordine di un centesimo di quella di Plutone, e per andare a esplorarla la scelta è ricaduta proprio sulla stessa sonda che nel 2015 era riuscita ad arrivare fino al pianeta nano del Sistema Solare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso