paziente guarito aids-cura-hiv

Aids, un secondo paziente sarebbe stato curato dall'Hiv

Secondo la rivista Nature un uomo sarebbe guarito con un trapianto di midollo. Si tratterebbe del secondo caso dopo il primo paziente curato 12 anni fa. Ma gli scienziati predicano prudenza.

  • ...

Per la seconda volta da quando è scoppiata l'epidemia legata all'Hiv, il virus che causa l'Aids, un paziente a Londra sembrerebbe essere stato curato dall'infezione: lo riporta la rivista scientifica Nature, circa 12 anni dopo la notizia del primo paziente curato. Il professor Ravindra Gupta, che ha diretto il team di cura che si è occupato di curare il paziente ha detto chiaro e tondo che «non c'è nessun virus da rilevare». Anche se lo stesso medico ha detto che non siamo in presenza di una guarigione definitiva, ma solo che il morbo è «in remissione».

UOMO MALATO DAL 2003

Il paziente, che rimane anonimo, aveva contratto l'Hiv nel 2003 mentre una decina di anni dopo, nel 2012 gli era stato diagnosticato un timore al sangue noto come linfoma di Hodgkin. Dopo anni di trattamenti nel 2016 i medici hanno deciso di sospendere le cure per cercare un donatore di midollo osseo. Gupta, sentito dalla Reuters, ha raccontato che si trattava dell'«ultima possibilità di sopravvivenza».

TRAPIANTO DA UN DONATORE CON UNA MUTAZIONE GENETICA

A stretto giro il paziente è riuscito a trovare un donatore e tre anni fa ha subito un trapianto di cellule staminali da un donatore che però presentava una rara mutazione genetica capace di resistere all'infezione da Hiv. Nel giro di circa 18 mesi l'uomo ha smesso di assumere farmaci antiretrovirali, che vengono utilizzati in massa dai pazienti sieropositivi, e ora, come confermato dagli stessi medici, non presenta più traccia di infezione.

UN CASO RARO DIFFICILE DA REPLICARE

Pur non nascondendo la soddisfazione, l'equipe medica ha voluto sottolineare che la cura a cui è stato sottoposto il paziente è difficile da replicare. Il donatore aveva infatti una mutazione genetica nota come CCR5 delta 32, una varietà presente soprattutto nelle popolazione del Nord Europa che rende le cellule staminali immuni all'Hiv.

5 Marzo Mar 2019 0928 05 marzo 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso