Facebook Instagram Down Whatsapp

Cos'è successo a Facebook, Instagram e WhatsApp

Pesanti disagi tra il pomeriggio e la serata del 13 marzo per i social di proprietà di Mark Zuckerberg. Inaccessibili su scala globale. L'azienda esclude l'ipotesi di un attacco informatico.

  • ...

Panico sui social network nella serata del 13 marzo, dopo che in rapida sequenza, sono stati riscontrati problemi per accedere a Facebook, WhatsApp e Instagram. Per oltre un'ora i due social di proprietà di Mark Zuckerberg hanno registrato un malfunzionamento che ha coinvolto gli utenti su scala globale. Sul sito Downdetector.com sono state migliaia le segnalazioni di persone che lamentavano il disservizio. Le due piattaforme hanno mostrato problemi anche in Italia, dove in molti hanno espresso la propria frustrazione per il disservizio su Twitter.

ESCLUSO L'ATTACCO INFORMATICO

«Siamo consapevoli del fatto che alcune persone stiano avendo problemi ad accedere alla famiglia di app Facebook», ha detto un portavoce delle due piattaforme. «Stiamo lavorando per risolvere il problema il prima possibile». Facebook ha poi escluso che il malfunzionamento sia dovuto a un attacco informatico ai suoi danni.

LEGGI ANCHE: Zuckerberg dice che Facebook, Instagram e Whatsapp cambieranno

In un tweet, la compagnia ha spiegato di essere «concentrata a lavorare alla risoluzione del problema» e ha aggiunto di poter «confermare che il problema non è collegato a un attacco DDoS», cioè un attacco denial-of-service distribuito in cui numerose fonti prendono di mira un sito, inondandolo di richieste in modo da esaurirne le risorse informatiche e renderlo indisponibile agli utenti.

MIGLIAIA DI SEGNALAZIONI SU TWITTER

Il malfunzionamento di Facebook e Instagram è in corso dal pomeriggio su scala globale ed è stato segnalato da migliaia di utenti sia su Twitter, sia su siti come Downdetector.com. Centinaia di segnalazioni hanno riguardato anche le chat Messenger e WhatsApp, anch'esse di proprietà di Facebook.

13 Marzo Mar 2019 2055 13 marzo 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso