15
9 Giugno Giu 2018 1850 09 giugno 2018

Gay Pride 2018, in piazza la resistenza arcobaleno

A Roma corteo ispirato ai valori della Resistenza e della Costituzione. Gli organizzatori: «Siamo mezzo milione». Manifestazione anche a Trento. Le foto.

  • ...

«Siamo mezzo milione», ha detto il portavoce del Roma Pride 2018 Sebastiano Secci, quando il corteo è arrivato nei pressi del Colosseo. In testa anche la senatrice del Pd Monica Cirinnà, promotrice della legge sulle Unioni civili approvata dal governo Renzi. Quest'anno il pride è dedicato alla «liberazione continua» ed è ispirato ai valori della Resistenza e della Costituzione.

In testa al corteo c'è il carro della 'Brigata arcobaleno', spiccano poi quello del Circolo 'Mario Mieli' con le bandiere bianche e quello del celebre locale Muccassassina. In piazza sono scese anche le "Famiglie arcobaleno", recentemente finite nel mirino del neoministro della Famiglia Lorenzo Fontana (leggi anche: Fontana: «Le famiglie gay non esistono». Ed è polemica).

LA PARTIGIANA SUL PALCO. Sul palco è salita la partigiana ultranovantenne Tina Costa: «Fontana, ma che vuole? Chi è? E Salvini: ma noi avevamo bisogno di un ministro come lui? Dobbiamo riprenderci in mano tutti assieme, riprendere le redini del Paese, non sarà questo governo che lo cambierà. Oggi avete dimostrato che si può, bisogna osare. Se osiamo tutti assieme saremo vincitori». Al termine del suo intervento la folla ha intonato Bella Ciao.

A TRENTO IL DOLOMITI PRIDE. Manifestazione anche a Trento, dove è andato in scena il Dolomiti Pride, primo raduno per l'orgoglio Lgbt organizzato in Trentino-Alto Adige. In piazza più di 10 mila persone secondo gli organizzatori, molti giunti anche da fuori regione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso