Wikipedia Bloccata
Società
3 Luglio Lug 2018 1016 03 luglio 2018

Wikipedia, perché non funziona e contro chi protesta

Le pagine italiane del sito sono oscurate. Una forma di dissenso per le violazioni della «libertà di Internet» che sarebbero previste dalla nuova direttiva Ue sul copyright. Il Parlamento europeo le voterà il 5 luglio.

  • ...

La comunità italiana di Wikipedia ha deciso di oscurare tutte le pagine dell'enciclopedia fino al 5 luglio. Un gesto che vuole spingere tutti i deputati del Parlamento europeo a dire no all'attuale testo della direttiva e di riaprire la discussione vagliando le tante proposte delle associazioni Wikimedia, a partire dall'abolizione degli artt. 11 e 13, nonché l'estensione della libertà di panorama a tutta l'Ue e la protezione del pubblico dominio.

LA DIRETTIVA UE SU COPYRIGHT. L'articolo 11 è sulla «protezione delle pubblicazioni di carattere giornalistico in caso di utilizzo digitale» ed è già stato ribattezzato Link tax, mentre il 13, sull'«utilizzo di contenuti protetti da parte di prestatori di servizi della società dell’informazione che memorizzano e danno accesso a grandi quantità di opere e altri materiali caricati dagli utenti», è ormai noto all'opinione pubblica come Censorship Machines. La libertà di panorama, invece, è una limitazione del diritto d'autore che consente di scattare e riprodurre fotografie di edifici, opere e luoghi pubblici, senza infrangere il diritto d'autore di alcuno.

Unione digitale, a rischio la libertà di informazione e di espressione

La Link tax, invece, apre alla possibilità per gli editori di farsi pagare i diritti per la semplice pubblicazione di un link che prevede l'anteprima dell'articolo correlato (in gergo snippets). Ma quella che era nata per tutelare gli interessi degli editori che lamentano i mancati introiti dalle condivisioni dei propri articoli su aggregatori e social media rischia di trasformarsi in un boomerang.

«La mia sensazione è che la protesta duri fino a giovedì, oltre non avrebbe senso»: così Maurizio Codogno, portavoce di Wikimedia Italia ha commentato all'Ansa l'oscuramento della versione italiana di Wikipedia decisa dai volontari attivi sulla enciclopedia online, in risposta alla direttiva Ue sul copyright che si vota il 5 luglio. «Abbiamo apprezzato il sostegno del governo - aggiunge - Quello che possiamo sperare e che gli eurodeputati pentastellati siano in linea con Di Maio».

L'ECCEZIONE DELLE ENCICLOPEDIE ONLINE. Nel pomeriggio l'Europarlamento ha diffuso un comunicato stampa in cui si precisa che Wikipedia e le enciclopedie online sono «automaticamente escluse» dai requisiti imposti dalle nuove regole Ue sul copyright in via di discussione. Una portavoce della Commissione Ue sottolinea poi che, anche con l'utilizzo di contenuti di parti terze come foto, «Wikipedia e altre enciclopedie online non ricadrebbero nell'ambito della proposta della Commissione». La stessa eccezione è ugualmente prevista dalla posizione adottata dagli stati membri al Consiglio.

IL PROBLEMA SONO LE PICCOLE REALTÀ. «Wikipedia non si è mobilitata solo per salvare sé stessa, ma per difendere la Rete libera. La comunità attiva vuole diffondere e difendere la conoscenza libera e preservare il web come spazio aperto anche per le realtà con meno visibilità»: così Maurizio Codogno, portavoce di Wikimedia Italia risponde all'Europarlamento. «L'attuale testo della direttiva impedisce lo sviluppo di nuovi servizi digitali aggiungendo nuovi vincoli ed è dunque contro lo spirito del copyright che dovrebbe proteggere la creatività», conclude.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso