Mia Khalifa Zidane

La classifica di Mia Khalifa dei calciatori più sexy

L'attrice hard in una intervista Arsenal TV ha parlato dei suoi giocatori preferiti: «Ovviamente Bechakm ma anche il francese per amo la violenza».

  • ...

«La testata di Zidane a Materazzi in finale nel 2006 è la cosa più eccitante che abbia mai visto su un campo di calcio», e se a dirlo è la pornostar più nota del momento la cosa fa certamente notizia. L'attrice hard Mia Khalifa intervistata da Arsenal TV, ha stilato la sua personale classifica dei suoi giocatori preferiti. E le sorprese non sono mancate. Nata in Libano e naturalizzata negli Stati Uniti, Mia ha più volte espresso la sua sfrenata passione per il pallone. Ha raccontato di essere tifosissima del West Ham perché, ha spiegato «amo le squadre sporche» e i film sugli hooligan degli hammers l’hanno fatta innamorare della squadra del West di Londra.

NELLA LISTA ANCHE L'AUSTRALIANO AARON MOOY

Tra i suoi giocatori preferiti Mia ha ammesso di avere una passione per David Beckham («Devo dire lui perchè sono una ragazza), «dico Zidane perchè amo la violenza», ha spiegato la pornodiva, ricordando l'episodio che i tifosi azzurri hanno ben impresso nella memoria. Nella lista della Khalifa le sorpese non mancano, perché tra Zidane e Beckham, ha insetito curiosamente anche l'australiano Aaron Mooy, calciatore dell' Huddersfield paragonato a un giocatore di basket Nba: «Come il Kawhi Leonard del calcio. Si comporta come lui. È un po' timido e goffo, ti sembra non ci sia ed è difficile da ricordare. È un bravo ragazzo».

NEL 2016 LA PORNODIVA MINACCIATA DALL'ISIS

Non è la prima volta che la pornodiva fa parlare di se. Nel 2016 venne costretta i set hard a causa a causa delle minacce di morte ricevute da terroristi dell'Isis che l'avevano presa di mira perché l'attrice in uno dei suoi da un film indossava un velo arabo. Nel 2018 comunque Mia ha ripreso per la casa BanBros a girare una pellicola. Adesso si occupa di una piattaforma di videogiochi per il canale Twitch.

15 Gennaio Gen 2019 1524 15 gennaio 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso