Superenalotto Gioco
Società
12 Febbraio Feb 2019 1629 12 febbraio 2019

SuperEnalotto, il Jackpot supera i 100 milioni di euro

Montepremi da capogiro nell’estrazione di oggi. Ma cosa farebbero gli italiani se vincessero? Lo rivela il sondaggio svolto da Sisal: casa, viaggi, famiglia, beneficienza i sogni più ambiti

  • ...

Il SuperEnalotto raggiunge un montepremi da capogiro: per l’estrazione di oggi metterà in palio 104,3 milioni di euro, ad oggi il 2° Jackpot più alto d’Europa e il 4° Jackpot più alto al mondo. Continua a far sognare il SuperEnalotto che con il semplice connubio di 90 numeri e una sestina vincente, è tra i giochi più amati degli italiani.

A distanza di pochi mesi dall’ultimo 6 e dopo oltre venti anni di grandi Jackpot e miliardi di euro in vincite distribuiti in tutto il Paese, il SuperEnalotto, rinnovato tre anni fa nella formula, è considerato dagli italiani un momento di divertimento, sogno e speranza. Una passione caratterizzata da una dimensione collettiva e sociale.

PERCHÉ PIACE COSÌ TANTO

Il gioco della Sisal è un modo per poter non solo scommette e tentare la fortuna ma rappresenta anche una piccola speranza di realizzare tanti sogni. Questo il mix che contorna il SuperEnalotto. Oltre ai numeri ci sono le persone, i loro sogni, il desiderio di cambiare, di vivere una vita più serena. E poi c’è il divertimento di scoprire i numeri vincenti, da soli o in compagnia degli amici, incrociando le dita perché ogni volta sia quella buona, immaginando già di realizzare un piccolo o grande progetto. Ognuno ha il suo. Fino a quando la vincita non diventa così grande e stratosferica che al sol pensiero gira la testa e riuscire ad immaginare quello che si potrebbe fare diviene difficile.

IL SONDAGGIO

Ma gli italiani cosa farebbero se vincessero 100 milioni di euro? Lo rivelano i dati emersi da un video sondaggio recentemente condotto. Voglia di viaggiare e godersi la vita tra le ambizioni maggiori, ma un pensiero va anche alle persone a cui si vuole bene. La beneficienza è uno dei leitmotiv del sondaggio: quasi tutti gli intervistati hanno espresso la volontà di donare parte della vincita a favore di associazioni che sono vicine alle loro esperienze di vita.

E poi c’è il sogno di acquistare una casa e pensare al futuro dei figli. Per gli uomini significherebbe, inoltre, dire addio al lavoro vivendo così di rendita, mentre le donne pensano a possibilità e occasioni di intraprendere nuovi business.

Molto interessanti le risposte date alla domanda “A chi lo diresti per primo?”: mariti e mogli, in egual misura, condividerebbero la gioia della vincita con i loro partner. Inoltre, i primi lo direbbero anche ai figli, le seconde, invece, si sentirebbero rassicurate a comunicarlo ai genitori.

Italiani dunque con i piedi per terra e che non pensano ai 100 milioni come il sogno della vita per diventare uno dei nuovi nababbi del Bel Paese, anzi. Sembrano confermare che il benessere stia negli affetti e non nel desiderio di stravolgere la propria vita con l’acquisto di lussuosissime case, isole nei caraibi o yacht stratosferici. Niente sfarzo, lusso e cose impossibili per gli italiani ma solo sogni ad occhi aperti come l’acquisto di una modesta casa perché chi gioca poco più del valore di un caffè, spera solo di migliorare la sua vita e non di stravolgerla.

LE VINCITE PIÙ ALTE DI SEMPRE

Il SuperEnalotto nella sua storia ha fatto sognare più e più volte con Jackpot esagerati che sono cresciuti di settimana in settimana fino ad arrivare alle fatidiche vincite. Cinque sono le vincite più alte nella storia del SuperEnalotto nelle quali è stata superata la soglia dei 100 milioni: 130,2 milioni il 17 aprile del 2018, 139 milioni il 9 febbraio 2010, 147,8 milioni il 22 agosto del 2009, 163,5 milioni il 27 ottobre del 2016, la cifra più alta mai assegnata a un’unica persona, fino ai 177,7 milioni di euro vinti il 30 ottobre 2010 grazie ad un sistema della Bacheca suddiviso in 70 quote.

Le vincite con punti 6 realizzate in vent’anni di storia dalla nascita del SuperEnalotto sono invece 120. L’ultimo Jackpot, in ordine di tempo, è stato vinto il 23 giugno 2018 quando, grazie a un sistema della Bacheca Sisal, sono stati 45 i vincitori a dividersi il montepremi da ben 51,3 milioni di euro. Una vincita democratica che ha baciato 11 regioni italiane.

COSA FARE IN CASO DI VINCITA

Importantissima è l’originale della ricevuta di gioco che attesta l’avvenuta giocata, da conservare sempre fino all’estrazione. Questa costituisce l’unico titolo di legittimazione per la riscossione della vincita, da presentare integra e leggibile in ogni sua parte.

Per l’incasso della vincita è necessario esibire i propri documenti (carta d’Identità, codice fiscale e ricevuta della giocata vincente) all’Ufficio Premi Sisal, dove dovrà comunicare il codice Iban per l’accredito della somma che avverrà entro il 91° giorno solare dal giorno successivo alla pubblicazione del Bollettino Ufficiale, per le vincite superiori a euro 1 milione di euro, per tutte le altre entro 30 giorni solari dalla consegna della ricevuta.

La Sisal infatti non eroga premi in contanti, tutelando anche il vincitore dal rispetto sulla privacy.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso