Opzione Donna Pensioni Quante Domande

Quante sono le domande per la pensione con opzione donna

L'Inps ne ha ricevute quasi 10 mila. E il sottosegretario al Lavoro Claudio Durigon ha spiegato che le richieste respinte sono 1.100.

  • ...

Sono 9.765 le domande arrivate finora all'Inps per opzione donna, la misura che consente alle donne di andare in pensione anticipata calcolando l'importo con il sistema contributivo. Il sottosegretario al Lavoro, Claudio Durigon, ha spiegato che le richieste respinte sono invece 1.100.

CHI PUÒ ADERIRE A OPZIONE DONNA

La possibilità di optare per questo regime è riconosciuta alle lavoratrici iscritte all'assicurazione generale obbligatoria e ai fondi sostitutivi o esclusivi (dipendenti del settore privato, pubblico impiego e lavoratrici autonome) in possesso di contribuzione alla data del 31 dicembre 1995. Opzione donna non è invece esercitabile dalle lavoratrici iscritte alla gestione separata o che, comunque, intendano utilizzare la contribuzione presente in tale gestione per perfezionare il requisito contributivo di 35 anni.

LA FINESTRA MOBILE

Opzione donna è aperta alle lavoratrici dipendenti in possesso di 58 anni (59 anni le autonome) e 35 anni di contributi entro il 31 dicembre 2018. La facoltà è sostanzialmente a disposizione per le lavoratrici dipendenti nate entro il 31 dicembre 1960 e delle autonome nate entro il 31 dicembre 1959 a condizione, per entrambe le categorie, che siano raggiunti entro il 31 dicembre 2018 il requisito contributivo di 35 anni. Per questa tipologia di prestazione resta in vigore la finestra mobile secondo la quale l'assegno viene erogato dopo 12 mesi dalla maturazione dei predetti requisiti per le dipendenti e 18 mesi per le autonome.

LE CONSEGUENZE SULL'IMPORTO DELL'ASSEGNO

Aderire a opzione donna comporta conseguenze sull'importo dell'assegno. L'entità della riduzione dipende dalle caratteristiche personali delle lavoratrici e in primo luogo dalla loro storia retributiva. In termini generali, più la lavoratrice vanta una carriera anticipata - con retribuzione alta fin dai primi anni di lavoro - meno significativa sarà la riduzione. Al contrario, maggiore è l'anzianità contributiva al 31 dicembre 1995, più marcata sarà la riduzione della pensione.

3 Aprile Apr 2019 1800 03 aprile 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso