Mondiali Di Russia 2018
Mondiali di Russia 2018
Neuer Ozil
6 Giugno Giu 2018 1700 06 giugno 2018

I convocati della Germania ai Mondiali 2018 in Russia

Sorprende l'esclusione di Sané del Manchester City, miglior giovane dell'anno in Premier. Il ct Löw recupera però il portiere Neuer dopo l'infortunio al piede. Müller resta il giocatore più rappresentativo dei tedeschi.

  • ...

Scorrendo la rosa dei convocati della Germania ai Mondiali 2018 in Russia la buona notizia per i tedeschi è il recupero del portiere del Bayern Monaco Manuel Neuer dopo la frattura al piede sinistro che l'ha tenuto lontano dai campi per mesi. Spicca invece l'assenza di Leroy Sané, ala 22enne del Manchester City di Pep Guardiola campione d'Inghilterra e votato miglior giovane giocatore dell'anno in Premier league. Fuori anche il portiere Bernd Leno, il difensore Jonathan Tah (entrambi del Bayer Leverkusen) e l'attaccante Nils Petersen (Friburgo).

GERMANIA SEMPRE PRESENTE AI MONDIALI. La Germania gioca la prima partita del Gruppo F contro il Messico, il 17 giugno 2018. Altre avversarie: Svezia e Corea del Sud. Alla 19esima partecipazione (sempre presente) e con quattro edizioni già in bacheca, la Mannschaft vuole affiancare il Brasile a quota cinque titoli. Ha conseguito in scioltezza il pass per i Mondiali 2018 grazie al primo posto nel proprio girone, ottenuto con un percorso netto: 10 vittorie in altrettanti incontri, nel gruppo comprendente anche Irlanda del Nord, Repubblica Ceca, Norvegia, Azerbaigian e San Marino.

KROOS IL PIÙ VINCENTE, WERNER ESPLODERÀ? Eppure all'appuntamento iridato i tedeschi arrivano senza una vera stella di grandezza planetaria, ma come sempre forti della compattezza di una squadra di livello tecnico mediamente molto elevato. Thomas Müller resta il giocatore più rappresentativo e di esperienza, Toni Kroos è quello più vincente (quattro Champions, di cui tre con il Real, oltre ai Mondiali per nazionali e per club, Bundesliga e Liga), mentre Timo Werner, 22 anni, del Lipsia, non è ancora il centravanti di fama mondiale che promette di diventare a breve.

La rimozione del poster di Sané dopo la notizia della sua esclusione dall'elenco dei convocati della Germania. (Getty)

Nelle due amichevoli giocate a marzo la Germania non ha brillato: 1-1 con la Spagna a Dusseldorf (a segno proprio Müller) e sconfitta 1-0 con il Brasile a Berlino, pallida rivincita dell'umiliante 7-1 subito nella semifinale dei Mondiali 2014. A giugno, nel match in cui è tornato a difendere i pali Neuer, altro ko 2-1 sugli storici rivali dell'Austria che non vincevano uno scontro diretto da 32 anni.

IL CT LÖW È IN CARICA DAL 2006. Il commissario tecnico tedesco Joachim Löw, 58enne con un contratto da 3,8 milioni di euro all'anno, è in carica dal 2006, quando Jurgen Klinsmann si dimise lasciando spazio al suo ex assistente. Nonostante un ottimo curriculum, ha raccolto forse meno di quanto seminato, perdendo in finale il suo primo Europeo, in semifinale altri due, mentre nel 2010 ha dovuto ammainare bandiera bianca contro la Spagna.

ALMENO IN SEMIFINALE CI ARRIVA. La Germania, comunque, tra le migliori c'è sempre e Löw dà ampie garanzie di saper adattare il suo gioco agli uomini a disposizione. Con lui alla guida la Germania ha vinto i Mondiali in Brasile nel 2014 e la Confederations Cup del 2017, è arrivata seconda in Austria-Svizzera nel 2008, terza in Sudafrica 2010, alle semifinali in Polonia-Ucraina 2012 e a Francia 2016.

La lista dei convocati della Germania ai Mondiali 2018

PORTIERI

Manuel Neuer (Bayern Monaco), Marc-André ter Stegen (Barcellona), Kevin Trapp (Paris Saint Germain).

DIFENSORI

Mats Hummels (Bayern Monaco), Jerome Boateng (Bayern Monaco), Niklas Süle (Bayern Monaco), Matthias Ginter (Borussia Moenchengladbach), Jonas Hector (Colonia), Joshua Kimmich (Bayern Monaco), Marvin Plattenhardt (Hertha Berlino), Antonio Rüdiger (Chelsea).

CENTROCAMPISTI

Julian Brandt (Bayer Leverkusen), Julian Draxler (Paris Saint Germain), Leon Goretzka (Schalke), Ilkay Gündogan (Manchetser City), Sami Khedira (Juventus), Toni Kroos (Real Madrid), Thomas Müller (Bayern Monaco), Mesut Özil (Arsenal), Marco Reus (Borussia Dortmund), Sebastian Rudy (Bayern Monaco).

ATTACCANTI

Mario Gomez (Stoccarda), Timo Werner (Lipsia).

CT

Joachim Löw.

Seduti, da sinistra: Sebastian Rudy, Marco Reus, Timo Werner, Kevin Trapp, Manuel Neuer, Marc-André Ter Stegen, Mesut Özil, Joshua Kimmich, Ilkay Gündogan. Nella fila in mezzo, da sinistra: il team manager Oliver Bierhoff, il ct Joachim Löw, il suo assistente Thomas Schneider, Toni Kroos, Julian Draxler, Thomas Müller, Julian Brandt, Marvin Plattenhardt, l'assistente Marcus Sorg, il preparatore dei portieri Andreas Köpke, il collaboratore tecnico Miroslav Klose. In alto da sinistra: Mario Gomez, Antonio Rüdiger, Sami Khedira, Mats Hummels, Niklas Süle, Jerome Boateng, Leon Goretzka, Matthias Ginter e Jonas Hector. (foto Getty)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso