Vettel Una sola parola oggi, perfetti
Sport
10 Giugno Giu 2018 2248 10 giugno 2018

F1, Vettel vince il Gp del Canada

Successo Ferrari dopo 14 anni dall'ultima volta. 50esima vittoria in carriera per il tedesco che si è anche riportato in testa alla classifica piloti.

  • ...

La Ferrari torna a vincere in Canada dopo 14 anni, ed è Sebastian Vettel a prendere idealmente il testimone da Michael Schumacher, conquistando così la 50/a vittoria in carriera, la terza stagionale e riportandosi in testa alla classifica del mondiale piloti. Un vero trionfo e una festa rossa sul circuito intitolato a Gilles Villeneuve.

SORPASSO ANCHE IN CLASSIFICA. Dopo la pole position conquistata il 9 giugno, il tedesco ha completato l'opera rimanendo in testa dall'inizio alla fine, sfruttando in pieno la superiorità della Rossa, mai davvero impensierito da Valtteri Bottas, il suo più immediato inseguitore. Sul terzo gradino del podio è salito Max Verstappen, con la Red Bull. Con il quinto posto, dietro a Daniel Ricciardo e davanti ad un Kimi Raikkonen tornato in modalità 'slow', Lewis Hamilton (120 punti) che ha ceduto a Vettel (121) la leadership del campionato, cui la Ferrari ha dato un gran segnale.

ININFLUENTE L'INGRESSO DELLA SAFETY. La gara è stata appena meno noiosa del Gp di Montecarlo, che aveva sollevato le proteste dei piloti per la sua piattezza. Quasi nessun sorpasso, a parte l'infilata di Daniel Ricciardo su Kimi Raikkonen per la quinta posizione nel primo giro, segnato soprattutto da uno spettacolare e incruento incidente tra la Toro Rosso di Hartley e la Williams di Stroll. Macchine distrutte e gara finita per i due, con immediato ingresso della safety car che però non ha inciso su una gara appena cominciata.

NIENTE SORPASSO PER RAIKKONEN. Mentre Vettel veleggiava tranquillo, Hamilton e le Red Bull hanno provato un pit stop anticipato, tra il 17/o e il 18/o giro, senza però ottenere grandi risultati. Raikkonen poco prima di metà gara ha cercato di superare Hamilton con un rapido pit stop, ma l'operazione è fallita per un soffio e il finlandese non è più riuscito ad impensierire il campione del mondo, in difficoltà su una pista che lo aveva visto vincere nelle ultime tre edizioni.

OTTIMA GESTIONE DELLE GOMME PER VETTEL. Vettel e Bottas hanno fatto il pit poco dopo e il tedesco ha mantenuto tranquillamente il comando, gestendo le gomme per arrivare tranquillo in fondo. Inutile, nel finale, il tentativo di Verstappen di soffiare il secondo posto a Bottas. Vettel, appena uscito dalla monoposto, ha lasciato sfogare la sua gioia sbandierando un vessillo del Cavallino, tra i più amati a Montreal, definendo "perfetta" la gara di oggi.

IL TEDESCO: «BELLISSIMO VINCERE QUI». «È stato incredibile», ha commentato. «E poi vincere qui, in un circuito tanto significativo per Ferrari è stato bellissimo. la mia 50ma vittoria conta fino a un certo punto, conta la vittoria della Ferrari che era tanto che non vinceva qui. Insomma, sono contento». Per il Mondiale «la strada è ancora lunga, ma oggi è stato è un buon effetto collaterale, ha aggiunto il tedesco».

ARRIVABENE: «OTTIMA LA MACCHINA». È soddisfatto anche il team principal, Maurizio Arrivabene: «Sebastian ha guidato bene ma ha anche avuto una gran macchina. I ragazzi da giovedì hanno fatto un gran lavoro e questo è il risultato. La Ferrari è una grande squadra ma serve anche un grande pilota. Oggi è mancato un po' Kimi. Il campionato comunque è lungo e stiamo calmi e tranquilli. Andiamo avanti seriamente con il lavoro. Vogliamo scrivere qualcosa di bello, se possiamo e vogliamo. E tutti lo vogliamo». Sulle ali di Villeneuve e Schumacher, a Montreal la Ferrari è tornata a far paura a tutti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso