Vettel
Sport
8 Luglio Lug 2018 1647 08 luglio 2018

Sebastian Vettel ha vinto il Gp di Silverstone

Il ferrarista si è imposto davanti a Lewis Hamilton e a Kimi Raikkonen. Il pilota tedesco ha così consolidato il primo posto nella classifica mondiale.

  • ...

È tornata a sventolare la bandiera della Ferrari sul circuito di Silverstone: dopo quattro anni di dominio assoluto di Lewis Hamilton e della sua Mercedes, Sebastian Vettel alla guida della rossa ha stracciato tutti ed ha consolidato la sua leadership nella classifica del mondiale con 171 punti, a +8 su Hamilton (163). In gara ha tenuto bene anche il compagno di squadra Raikkonen a quota 116. Sul traguardo Hamilton è arrivato secondo, al termine di una grande gara anche per lui, seguito da Raikkonen, bravo ma sfortunato, e poi da Valtteri Bottas partito bene, ma in difficoltà nel finale. Da sette anni la Ferrari non vinceva a Silverstone (l'ultima volta fu nel 2011, guidava Alonso). Perciò il successo in casa del nemico ha assunto un valore anche simbolico galvanizzando il morale degli uomini della rossa ormai determinati a riprendersi lo scettro del Mondiale dopo anni di magra.

GARA FULMINANTE DI VETTEL: SORPASSO DA MANUALE SU BOTTAS

Il tedesco ha costruito la sua vittoria in due momenti: al via, con una partenza bruciante che ha colto di sorpresa Hamilton, e poi al 48mo giro, quando al termine di una raffica di sorpassi e controsorpassi con Bottas, si è preso di forza la prima posizione, portandola al traguardo. «Vincere qui è un sogno» ha detto Vettel dopo la gara, contento di aver superato, «forse anche per l'adrenalina», il dolore al collo che l'aveva costretto a interrompere le terze libere per correre dal fisioterapista.

RIMONTA DI HAMILTON DOPO IL CONTATTO CON RAIKKONEN

Di grandissimo spessore anche la gara di Hamilton, che si conferma sempre un numero uno: il britannico è partito male, ed è subito rimasto invischiato in un contatto con Raikkonen che lo ha portato sulla ghiaia, è rientrato in pista addirittura in ultima posizione, dopodiché si è scatenato in una rimonta prodigiosa, sorpasso dopo sorpasso, che lo ha condotto fino a un soffio addirittura dalla vittoria. Ma davanti c'era stavolta un insuperabile Vettel.

PENALITA' E RIMONTA PER RAIKKONEN

Bravo, ma poco fortunato, anche Raikkonen: il contatto con Hamilton gli è costato 10 secondi di penalità, con la gara che sembrava compromessa, invece il finlandese ha macinato tempi veloci, risalito la china e trovato un preziosissimo terzo posto ottenuto con un sorpasso meraviglioso su Bottas, a due giri dal termine.

BRUTTI INCIDENTI MA SENZA CONSEGUENZE: FURI LE DUE SAUBER

Da segnalare anche due brutti incidenti senza conseguenze per i piloti: Marcus Ericsson (Sauber Alfa Romeo) forse per un problema a una gomma finisce sulle barriere a quasi 300 kmh. Poco prima era uscito l'altro pilota Sauber, Charles Leclerc mentre era addirittura sesto. Pochi giri di safety car e nuovo botto, stavolta tra la Haas di Grosjean e la Renault di Sainz. La safety è tornata in pista, congelando la corsa. Quando finalmente la gara è ripresa, mancavano solo 10 giri, Vettel ha rotto subito gli indugi superando Bottas e volando verso la vittoria. Ma la giornata di Bottas, iniziata bene è destinata a finita male, perché il finlandese ha ceduto sia il 2/o posto a Hamilton che la terza posizione velocissimo Raikkonen che sopraggiunge sempre più aggressivo. Per le Rosse una giornata memorabile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso