COMBO Lebron James Jordan Pele Cantona
12 Luglio Lug 2018 1820 12 luglio 2018

LeBron James e l'eterno fascino del cinema sugli sportivi

L'icona del basket progetta un futuro da attore. Sullo orme del mito Michael Jordan e a caccia di nuovi business. Da Weissmuller a Cantona, le storie dei campioni rinati dietro la macchina da presa.

  • ...

Lo sbarco nella Città degli Angeli, col sontuoso quadriennale da 154 milioni di dollari siglato coi Lakers, avvicinerà forse ancor di più il cestista più forte del pianeta, LeBron James, a un futuro negli studios hollywoodiani. O almeno è quello che lasciano ipotizzare gli ultimi rumors provenienti dagli Usa, con l'esclusiva di Variety che riporta come il numero 23 gialloviola abbia in mente un nuovo progetto cinematografico affidato alla sua casa di produzione, la SpringHill Entertainment, già in avanzate trattative con la Paramount. Progetto all'interno del quale potrebbe ritagliarsi lui stesso un ruolo da protagonista.

LBJ DI NUOVO SULLE ORME DI MICHAEL JORDAN

Riemerge, dunque, la suggestione ricorrente che vuole LeBron ripercorrere le orme di Michael Jordan anche sul grande schermo. Ipotizzando, nel futuro prossimo del nativo di Akron, un ruolo da protagonista nell'atteso sequel di Space Jam, la pellicola del 1996 che vide il giocatore di basket più forte della storia esordire dietro la cinepresa in compagnia dei Looney Tunes.

QUEL FEELING TRA BASKET E MACCHINA DA PRESA

James, che ha già interpretato se stesso nel dimenticabile Un disastro di ragazza di Judd Apatow, va dunque a iscriversi nella folta schiera di sportivi rapiti dal fascino di Hollywood e riciclatisi sul grande schermo, a dire il vero, con alterne fortune. Proprio la palla a spicchi sembra avere un feeling particolare col cinema. Detto di Michael Jordan e della sua sfida ai perfidi alieni scesi sulla Terra per strappare il talento agli assi Nba, decisamente altro spessore ha avuto la prova attoriale di Ray Allen, diretto da Spike Lee nel magistrale He got game, all'interno del quale vanno segnalati i cameo dello stesso MJ e di Shaquille O'Neal, a sua volta protagonista senza successo di Kazaam, film del 1996 dove l'ex centro di Orlando Magic e Los Angeles Lakers si districava tra basket e rap.

L'ISTRIONE CANTONA RILANCIATO DA KEN LOACH

Dal basket al calcio, l'impatto più scenografico è stato indubbiamente quello lasciato da Eric Cantona, la cui teatralità già evidente sul rettangolo di gioco con la maglia del Manchester United, è stata fatta fruttare come meglio non si poteva da Ken Loach che, ne Il mio amico Eric, ha restituito al francese una dimensione che molti parevano aver dimenticato. Mentre al cinema deve tutta la sua popolarità un giocatore non baciato dal talento cristallino come Vinnie Jones, protagonista tra gli altri di The Snatch.
Swordfish, Mean Machine e X-Men: The Last Stand.

I TRASCORSI SPORTIVI DI SCHWARZENEGGER E WEISSMULLER

E se Pelé ha vestito i panni di se stesso solamente per l'indimenticabile apparizione in Fuga per la vittoria, la storia del cinema non può non celebrare la poliedricità di Johnny Weissmuller, fenomenale nuotatore primo al mondo a scendere sotto il muro del minuto nei 100 stile libero e volto di Tarzan una volta terminata la carriera agonistica. Oj Simpson, lungo una vita trasformata in una serie tivù, ha trovato pure il tempo di recitare con discreto successo nella trilogia di Una pallottola spuntata. Mentre Jason Statham può vantare una partecipazione ai Giochi olimpici prima ancora di intraprendere la carriera di attore. Menzione d'onore, infine, per il passato da culturista che rivoluzionò la disciplina dell'ex governatore della California Arnold Scwarzenegger.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso