Ronaldo Juventus
Sport
Aggiornato il 23 settembre 2018 21 Settembre Set 2018 2224 21 settembre 2018

I risultati della quinta giornata di Serie A

Nessun problema per la Juve a Frosinone. Il Napoli si diverte a Torino, mentre la Roma affonda a Bologna. La Lazio abbatte il Genoa e si prepara al derby. L'Inter vince all'ultimo con la Sampdoria.

  • ...

È la solita Juventus, che non regala emozioni particolari ma è cinica e terribilmente efficace, e macina vittorie ed avversari. Così passa anche a Frosinone, con due gol nel finale di Cristiano Ronaldo e Bernardeschi, ottenendo la quinta vittoria in altrettante partite. Ai bianconeri avviati verso l'ottavo scudetto consecutivo resiste per ora solo il Napoli, che si diverte a Torino contro i granata e rimane a -3 dalla squadra di Allegri. In attesa del responso del turno infrasettimanale, è già spasmodica l'attesa per il big match di sabato prossimo all'Allianz Stadium, quando Ancelotti tenterà l'impresa contro la capolista, l'unica grande da lui allenata con cui, a suo tempo, non ha vinto titoli. Si dispera invece la Roma che perde nettamente a Bologna ed entra in una crisi profonda che potrebbe costare la panchina a De Francesco. Per la gioia della Lazio, che prosegue la sua rincorsa abbattendo il Genoa, e si prepara al derby di sabato prossimo con il morale a mille.

Quali partite della 5a giornata di Serie A sono su Dazn

Sampdoria-Inter, anticipo della giornata 5 di Serie A, è in diretta su Dazn. La Sampdoria è reduce dalla goleada al Frosinone e vuole confermare il buon momento di forma. La squadra blucerchiata attualmente è quarta in classifica, con 7 punti in 4 giornate.

FROSINONE-JUVENTUS 0-2

MILAN-ATALANTA 2-2

Reti: nel pt 2' Higuain; nel st 9' Gomez, 16' Bonaventura, 46' Rigoni

Non bastano il primo gol di Higuain a San Siro né 45 minuti eccellenti al Milan per sfatare il tabù Atalanta. La squadra di Gattuso spreca troppe occasioni per chiudere la partita e per due volte si fa raggiungere dall' Atalanta, che strappa il 2-2 al 91' con Rigoni evitando la terza sconfitta di fila in campionato.

BOLOGNA-ROMA 2-0

Reti: nel pt 36' Mattiello; nel st 13' Santander

Il Bologna non è certo il Real Madrid e il Dall'Ara non è il Santiago Bernabeu, ma per la Roma di oggi non fa differenza. I giallorossi escono con le ossa rotte dalla partita con i rossoblù, e adesso è crisi vera. La Roma si allontana sempre di più dai primi posti della classifica ed esce dallo stadio con i cori di scherno dei suoi tifosi, che urlano ai giocatori di "andare a lavorare". La Roma sembra una squadra senz'anima e senza gioco, mentre il Bologna improvvisamente riprende vita e trova i primi gol con Mattiello e Santander e la prima vittoria in campionato. Inzaghi può sorridere, mentre per Di Francesco sarà una settimana d'inferno.

LAZIO-GENOVA 4-1

Reti: nel pt 7' Caicedo, 23' Immobile; nel st 1' Piatek, 8' Milinkovic, 44' Immobile

Un primo tempo di carattere, chiuso avanti 2-0 con le reti di Caicedo e Immobile, un brivido ad inizio ripresa per la zampata di Piatek, poi la Lazio dilaga con la capocciata di un ritrovato Milinkovic e la doppietta di Ciro. Il 4-1 finale a spese del Genoa è lo specchio di una partita che i rossoblù non giocano male quanto il risultato lascerebbe intendere. Ma le debolezze difensive sono tali da vanificare ogni altro sforzo e spesso finiscono per mettere in grossa difficoltà anche il centrocampo, come testimoniano le 10 reti già al passivo.

CHIEVO-UDINESE 0-2

Reti: nel st 30' De Paul, 44' Lasagna

Udinese corsara al Bentegodi di Verona. Una magia di De Paul apre la scatola alla mezzora della ripresa, poi la voglia di vincere del tecnico Velazquez inchioda il Chievo alla sconfitta. La scelta Lasagna si dimostra fondamentale perchè mette in crisi la statica difesa gialloblù come il raddoppio siglato proprio dall'attaccante dimostra.

TORINO-NAPOLI 1-3

Reti: nel pt, 4' Insigne, 20' Verdi; nel st 6' Belotti (rig.), 14' Insigne

Quarto successo, il secondo in trasferta, per il Napoli, che batte 3-1 il Torino. E, in attesa del posticipo di questa sera e dello scontro diretto della prossima settimana, aggancia la Juventus in testa alla classifica. Funziona la cura Ancelotti, che a differenza del suo predecessore Sarri si affida al turnover, e porta a casa tre punti grazie ad un ottimo primo tempo, nel quale gli avversari hanno faticato a toccare palla.

SASSUOLO-EMPOLI 3-1

Reti: nel pt 1' Caputo, 13' Boateng; nel st 12' Ferrari, 40' Di Francesco

Il Sassuolo di De Zerbi continua a stupire. Nell'anticipo della quinta giornata, i neroverdi hanno battuto in rimonta l'Empoli con il punteggio di 3-1. Toscani in vantaggio dopo soli 18 secondi, con l'attaccante Caputo. Dodici minuti più tardi, il pareggio del solito Boateng, alla terza rete stagionale. Nel secondo tempo, i gol di Ferrari (seconda marcatura in questo avvio di campionato), sugli sviluppi di un calcio d'angolo, e di Di Francesco, con un colpo di tacco sotto porta. Nelle file dell'Empoli espulso Zajc, per doppia ammonizione. Con questa vittoria il Sassuolo sale momentaneamente al secondo posto in classifica, con 10 punti, mentre l'Empoli resta inchiodato a quota 4, in 17esima posizione.

PARMA-CAGLIARI 2-0

Reti: nel pt 20' Inglese; nel st 2' Gervinho

È un Parma in gran spolvero quello che, dopo la vittoria contro l'Inter, ha battuto agevolmente un Cagliari mai capace di impensierire la squadra di D'Aversa. Nonostante un Di Gaudio non brillantissimo i ducali hanno trovato in Inglese e Gervinho i suoi mattatori di giornata. Proprio l'ex Chievo Verona ha aperto le marcature al 20' con un gol dopo un rimpallo fortunato. Ma il vero capolavoro è stata la rete segnata dal 31enne ivoriano. Dopo aver ricevuto palla nella propria metà campo Gervinho si è lanciato in un dribbling che ha lasciato sul posto tre avversari per poi superare Cragno con un diagonale preciso.

FIORENTINA-SPAL 3-0

Reti: nel pt 18' Pjaca, 28' Milenkovic; nel st 11' Chiesa

La Fiorentina al Franchi è una macchina da guerra e dopo Chievo e Udinese supera in scioltezza anche la Spal, arrivata a Firenze carica di risultati e aspettative. Gara quasi a senso unico con i viola padroni del campo fin dall'inizio mentre gli uomini di Semplici sono parsi, globalmente, in giornata negativa. Con l'aggravante degli errori individuali di Fares e Gomis che hanno regalato i primi due gol alla Fiorentina. E così Viola momentaneamente al secondo posto in classifica insieme al Sassuolo, in attesa degli altri risultati.

SAMPDORIA-INTER 0-1

Reti: nel st 49' Brozovic

Inter corsara a Genova, sul campo della Sampdoria. Al 94', quando ormai il match sembrava destinato a finire in parità, Brozovic su cross di Perisic ha scaricato un destro che ha trafitto il portiere blucerchiato Audero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso