Bonucci Figc Anno Zero
Sport
12 Ottobre Ott 2018 1647 12 ottobre 2018

L'attacco di Bonucci alla Figc: «Peggio dell'anno zero»

Il vicecapitano della Nazionale contro i vertici del calcio italiano: «Le cose forse sono peggiorate. Mi auguro che con l'elezione di un nuovo presidente si cominci a vedere qualcosa di buono».

  • ...

Anno zero del calcio italiano? No, anno meno uno. Al sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, che da Trento aveva usato la metafora per la crisi del calcio italiano, ha replicato ancor più duro Leonardo Bonucci, dal ritiro azzurro. «Come ho già detto siamo arrivati a un punto zero, ma in questo ultimo anno nulla è cambiato ed è stato fatto, anzi le cose sono peggiorate». Bonucci ha chiesto riforme al prossimo presidente Figc. «Tommasi ha scelto di non schierarsi con Gravina», ha detto, «ma questo non significa che non lo sosteniamo».

«AL NUOVO PRESIDENTE CHIEDEREI REGOLE FERREE»

E ancora: «Siamo al 12 ottobre e ad esempio la Viterbese che a me sta tanto cara non ha ancora giocato una partita. Non credo sia una cosa normale nel calcio, mi auguro che il nuovo presidente federale corra ai ripari per far ripartire il movimento: se lo meritano l'Italia, i tifosi e noi calciatori». «Al nuovo presidente federale chiederei subito di fare una riforma importante per far ripartire il calcio italiano e dare regole ferree», ha detto il vicecapitano azzurro da Coverciano. «La posizione di Tommasi? È stata presa perché sia da stimolo per chi deciderà il futuro. La priorità sono i calciatori e vanno prese decisioni nel merito. Gravina? Tommasi ha scelto di non schierarsi ma questo non significa non sostenerlo, abbiamo fiducia nel nuovo presidente perché possa cambiare e migliorare il nostro calcio».

L'APPELLO DI AGNELLI: «SERVE ARMONIA»

Sulla stessa lunghezza d'onda il presidente della Juventus Andrea Agnelli: «Mi auguro che Gravina sia in grado di riportare armonia a quella che era diventata una bega di condominio». A Trento per il Festival dello sport, il numero uno bianconero si è augurato che «gli accordi presi con le componenti si realizzeranno e spero che quello che è scritto nelle sei pagine del programma della Lega di A sia realizzabile. Ma per farlo, ripeto, serve armonia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso