Paris Saint Germain Stella Rossa Combine Champions League
Sport
12 Ottobre Ott 2018 1902 12 ottobre 2018

Sospetta combine in Psg-Stella Rossa di Champions League

Un dirigente del club serbo avrebbe scommesso 5 milioni di dollari sulla sconfitta della sua squadra con cinque reti di scarto. Il match si è concluso col risultato di 6-1 per Neymar e compagni.

  • ...

Un pesante sospetto di combine aleggia sull'edizione 2018/2019 della Champions League, arrivata appena alla sua seconda giornata. L'Uefa ha, infatti, allertato le autorità francesi sollevando dei dubbi sulla regolarità dell'incontro tra Paris Saint-Germain e Stella Rossa, disputato lo scorso 3 ottobre e finito 6-1 per Neymar e compagni.

UNA MAXI PUNTATA DA 5 MILIONI DI DOLLARI

La notizia è stata anticipata dal quotidiano sportivo francese L'Equipe nella sua edizione online, spiegando che la 'soffiata' alla confederazione calcistica europea è arrivata da una fonte ritenuta affidabile. Si è venuti a conoscenza del fatto che un dirigente della squadra di Belgrado avrebbe scommesso, assieme assieme ad alcuni complici, la bellezza di 5 milioni di dollari sulla sconfitta della sua squadra con cinque reti di scarto, risultato che poi si è puntualmente verificato.

COINVOLTO UN DIRIGENTE DI PRIMO PIANO

Il dirigente scommettitore sarebbe ai vertici della società e, per assicurarsi la vincita stellare (diverse decine di milioni di euro) avrebbe coinvolto nell'accordo diversi suoi titolari. La Stella Rossa aveva pareggiato 0-0 la prima partita in casa, contro il Napoli, che fa parte dello stesso raggruppamento di Champions della squadra serba, del Psg e del Liverpool.

IL PARIS SAINT-GERMAIN PRENDE LE DISTANZE

La segnalazione era arrivata ai vertici Uefa prima della gara e valutata sufficientemente seria per allertare le autorità francesi. Gli inquirenti hanno così avviato un’indagine per intercettare il dirigente di Belgrado sospettato della frode. Secondo l’informatore rimasto anonimo, lo stesso dirigente avrebbe dovuto incontrare pure il presidente dei francesi, Nasser al Khelaifi. Ma l’incontro non c’è stato. Anzi, il club parigino ha preso le distanze, dicendosi «indignato» e ricordando l’attaccamento ai valori sportivi tra cui appunto «l’integrità dello sport».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso