Risultati Serie A 10 Giornata
Sport
Aggiornato il 28 ottobre 2018 27 Ottobre Ott 2018 1847 27 ottobre 2018

I risultati della decima giornata di serie A

La doppietta di Ronaldo vale la vittoria per la Juventus in una partita iniziata con il piede sbagliato. La Roma frena il Napoli, il Milan doma la Sampdoria.

  • ...

Il Barca travolge il Real nel Clasico approfittando anche del vuoto lasciato da Ronaldo che, presa confidenza con la serie A, consente alla Juve di eguagliare il suo miglior avvio di campionato (28 punti su 30) col successo di ieri a Empoli. A dare indirettamente una mano ai bianconeri (ora tornati a +6 in classifica) ha provveduto anche la Roma che fermato il Napoli sull'1-1 nel posticipo serale. Una gara ripresa per i capelli dagli azzurri all'89' grazie al gol di Mertens, subentrato da poco a uno spento Milik e che ha pareggiato il gol iniziale di El Shaarawy. Recriminano anche i giallorossi per la vittoria mancata proprio sul filo di lana e che li avrebbe portati in ben altra posizione di classifica.

I RISULTATI DELLA GIORNATA N.10 DELLA SERIE A

LAZIO-INTER 0-3

Reti: nel pt 28' Icardi, 41' Brozovic; nel st 25' Icardi.

Inter al secondo posto, a braccetto con il Napoli. E' il verdetto dello scontro in casa Lazio, terminato 3-0 per gli ospiti, con doppietta di uno spietato Icardi, intervallata dalla rete di Brozovic. Vittoria limpida, al termine di un match che i nerazzurri hanno avuto sempre in controllo. Solida in ogni reparto, cinica, letale davanti grazie all'argentino che non sbaglia un colpo: la macchina assemblata da Luciano Spalletti in questa Serie A è una fuoriserie che può puntare molto in alto. La Lazio, all'opposto, deve fare i conti con una panchina piuttosto corta e con le difficoltà che evidentemente le creano gli impegni europei.

NAPOLI-ROMA 1-1

Reti: nel pt 13' El Shaarawy; nel st 44' Mertens.

La Roma sfiora la vittoria per il terzo anno consecutivo al San Paolo. Soltanto a un minuto dalla fine Mertens trova il gol che riporta la gara in parità, recuperando il vantaggio giallorosso di El Shaarawy andato in gol al 13' del primo tempo. La partita è caratterizzata più dalla incapacità degli azzurri di concretizzare le tante occasioni da gol costruite che da una reale supremazia di gioco della squadra di Di Francesco, pur rimasta in vantaggio per oltre un'ora.

MILAN-SAMPDORIA 3-2

Reti: nel pt 17' Cutrone, 21' Saponara, 31' Quagliarella, 36' Higuain; nel st 17' Suso.

Con le unghie, i denti e qualche lampo di classe, il Milan supera lo scoglio Sampdoria allungando l'orizzonte di Gattuso. Il 3-2 è ancora più prezioso perché rifilato a un avversario che ha giocato decisamente bene, a tratti meglio, e fin qui aveva la migliore difesa del campionato con solo 4 reti subite. Questa volta la squadra di Giampaolo si è fatta infilare dall'incornata di Cutrone (17'), emblema dello spirito preteso da Gattuso e partner funzionale per Higuain, poi ha colpito con le prodezze di Saponara (21') e Quagliarella (31'), subendo il controsorpasso per due perle di Higuain (36') e Suso (62').

SPAL-FROSINONE 0-3

Reti: nel pt 40' Chibsah; ne st 7' Ciano, 43' Pinamonti.

Con una prestazione cinica e lucida il Frosinone passa al Mazza di Ferrara con la prima vittoria in campionato, salva la panchina di Longo e fa ingoiare alla Spal la terza sconfitta consecutiva in casa: dopo Sassuolo e Inter, ecco i ciociari a violare il campo estense. Tre a zero il risultato finale che non lascia spazio a troppe interpretazioni.

GENOA-UDINESE 2-2

Reti: nel pt 32' Romulo (rigore); nel st 20' Lasagna, 22' Romero, 25' De Paul.

Gol ed emozioni al Ferraris per la sfida tra Genoa e Udinese che vede i friulani rimontare due volte i padroni di casa con la gara che termina 2-2 con i rossoblù che giocano gli ultimi 20 minuti di gara in 10 per l'espulsione del difensore Romero (doppia ammonizione). Genoa che aveva chiuso meritatamente in vantaggio la prima frazione grazie al gol di Romulo (32' pt) su rigore concesso per l'atterramento di Bessa. Udinese trasformata al rientro dagli spogliatoi e capace di pareggiare prima con un colpo di testa di Lasagna (20' st) e di rispondere subito alla zuccata vincente di Romero (22' st) con un gran diagonale di De Paul (25' st).

CAGLIARI-CHIEVO 2-1

Reti: nel pt 15' Pavoletti, nel st 14' Castro, 34' Stepinski Recupero: 1' e 3'

L'ex ct della nazionale Giampiero Ventura non cambia il corso del campionato Chievo: richiamato dopo l'esilio seguito al fallimento Mondiale per dare una sterzata a una stagione partita male e condizionata dal -3 della giustizia sportiva, Ventura ha collezionato finora due sconfitte su due, perfettamente in linea con l'andamento precedente. Dopo il ko in casa con l'Atalanta, e' arrivato quello in casa Cagliari.

SASSUOLO-BOLOGNA 2-2

Reti: ne pt 2' Palacio, 17' Marlon; nel st 11' Mbaye, 40' Boateng su rigore.

I primi gol in trasferta del Bologna sotto gli occhi del patron Saputo, valgono un prezioso pari con un Sassuolo che, dopo aver dominato il primo tempo, ha rischiato anche di perderla. Due volte in vantaggio la squadra di Filippo Inzaghi, due volte è stata raggiunta grazie alla caparbietà di un Sassuolo che su rigore, a 5' della fine, ha evitato quella che sarebbe stata la quarta sconfitta di fila in casa contro il Bologna.

ATALANTA-PARMA 3-0

GOL. 10' s.t. Gagliolo (autogol), 27' s.t. Palomino, 35' s.t. Mancini

Sulle ali della cinquina in casa del Chievo arriva il tris al Parma a distanza di sei giorni, con i nerazzurri che trovano il bottino pieno tra le mura amiche (i tre punti in casa mancavano dall'esordio in campionato col poker al Frosinone). Non cambiano nemmeno formula e protagonista, Josip Ilicic, tripletta a Verona e leadership pur senza gol con gli emiliani, con due difensori a segno nel nuovissimo assetto con Gomez tra le linee e Barrow a puntare il vertice sinistro dell'area.

EMPOLI-JUVENTUS 1-2

GOL. 28' p.t Caputo, 9' s.t. Ronaldo (rigore), 25' s.t. Ronaldo

Vittoria in rimonta per la Juventus che a Empoli va sotto ma recupera con una doppietta di Cristiano Ronaldo che mette la sua firma su questi tre punti. Dopo il pari col Genoa i bianconeri ribadiscono la loro egemonia in Serie A. Protagonisti i due bomber: oltre a CR7 anche Caputo ha avuto il suo momento di gloria, mettendo paura alla Juve. Con più fatica del previsto, la Juventus espugna quindi il Castellani di Empoli, eguagliando la miglior partenza della sua storia (28 punti nelle prime 10 giornate come nel 2012/13). Dopo aver concluso in svantaggio la prima frazione, è salito in cattedra Ronaldo, che ha deciso il match con un penalty e con un sontuoso tiro da fuori area. L'Empoli ha combattuto con le proprie armi, uscendo a testa altissima dal confronto con i Campioni d'Italia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso