Qatar Coppa Asia Giappone
Sport
1 Febbraio Feb 2019 1643 01 febbraio 2019

Come il Qatar è diventato la migliore nazionale di calcio asiatica

Giappone ko nella finale della massima competizione continentale. Solo quattro anni fa usciva al primo turno in Australia. Dietro il boom il successo dell'Accademia di Doha e lo sbarco in Europa.

  • ...

È un progetto che parte da lontano quello che ha portato il Qatar a conquistare sorprendentemente la sua prima Coppa d'Asia, superando in finale il favoritissimo Giappone col punteggio di 3-1. Ben prima del 2010, anno in cui la Fifa ha deciso per la prima storica assegnazione di un Mondiale di calcio a un emirato. Quella del 2022 si accinge a essere una tra le edizioni più controverse di sempre, tra l'inedito svolgimento in pieno inverno europeo e le polemiche per le violazioni dei diritti umani nella costruzione degli impianti.

DALL'ELIMINAZIONE AL PRIMO TURNO AL TRIONFO

Sul campo, però, la nazionale del Qatar ha lavorato sodo per presentarsi al Mondiale di casa senza correre il rischio di figuracce in stile Sudafrica nel 2010. E i passi avanti sono evidenti. Basti pensare che, nel 2015, la precedente edizione della Coppa d'Asia avevo visto la squadra qatariota alzare bandiera bianca già nel girone, classificandosi all'ultimo posto con tre sconfitte in altrettanti incontri. Oggi, invece, la monarchia del Golfo è stata in grado di raggiungere la finale segnando 16 reti senza subirne nemmeno una, per poi superare un Giappone sulla carta molto più forte.

L'artefice del capolavoro è il tecnico spagnolo Felix Sanchez, ex allenatore dell'under 19 del Barcellona e già alla guida delle selezioni giovanili qatariote. Ma alla base dei giganteschi passi avanti compiuti c'è sicuramente l'Accademia dello sport che ha sede a Doha, una fantascientificata struttura concepita allo scopo di fabbricare calciatori di alto livello. Come funziona? L'Aspire academy visiona e recluta ragazzini provenienti da 17 Paesi, distribuiti tra Asia, Africa e America Latina. Sorge nella Doha sports city, un’enorme città dello sport all’ombra della Qatar torch tower, il palazzo a forma di torcia olimpica inaugurato in occasione degli Asian games tenutisi in Qatar nel 2006. L’accademia è costituita da uno stadio da 50 mila posti, il centro sportivo indoor più grande del mondo, quattro piscine olimpioniche, innumerevoli palestre e campi da calcio all’aperto.

I MIGLIORI GIOVANI MANDATI A MATURARE IN EUROPA

I migliori giovani vengono spediti all’Eupen, squadra della Serie A belga di proprietà dello Stato del Qatar dal 2012, per crescere e accumulare esperienza in Europa. Le stime parlano di oltre 4 milioni di aspiranti campioni osservati negli anni dalla Aspire academy, fondata nel 2004. L’ultima di loro a salire alla ribalta è la star della nazionale che ha trionfato Emirati Arabi, Almoez Ali, 22enne capocannoniere della manifestazione con nove gol in sette partite.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso