Vettel Lina Ferrari

Vettel chiama Lina la sua Ferrari: tutti i nomi delle macchine di Seb

Il tedesco pronto per l'esordio stagionale sul circuito australiano di Melbourne. E come da consuetudine arriva il battesimo della nuova monoposto.

  • ...

Prima la festa in centro a Melbourne, che ha preceduto di poche ore i primi giri di pista. All'Albert Park è davvero tutto pronto per il semaforo verde numero uno della stagione 2019 della Formula 1 preceduto dalla cerimonia d'apertura a Federation square con tutti i piloti presenti. Evento che è stato l'occasione per Sebastian Vettel per svelare il soprannome dato alla Ferrari SF 90, un annuncio ormai consueto che il tedesco quattro volte campione del mondo fa sempre all'inizio di ogni campionato.

UNA TRADIZIONE COMINCIATA ALLA RED BULL

«La chiamerò Lina», ha detto un entusiasta Seb intervistato dall'ex pilota australiano Mark Webber insieme al team principal di Maranello Mattia Binotto e al neo ferrarista Charles Leclerc. Un nome quello inventato da Vettel che richiama il termine inglese "lean" per definire la nuova Ferrari come se si trattasse di una donna molto slanciata. Le precedenti Rosse guidate dal tedesco sono state Eva (2015), Margherita (2016), Gina (2017) e Loria (2018). Il poco felice 2014, ultimo anno della sua straordinaria esperienza in Red Bull, Vettel lo corse al volante di Suzie, mentre le quattro macchine da titolo sono state Randy Mandy (2010), Kinky Kylie (2011), Abbey (2012) e Hungry Heidi (2013).

«Trovo che Melbourne sia il luogo perfetto nel quale iniziare il campionato», ha ammesso il quattro volte campione del mondo, «c'è una bella atmosfera e la gente è simpatica e accogliente. La pista per contro è molto particolare perché bisogna trovare sintonia con il tracciato: devi ricordarti bene le traiettorie, non è sempre facile identificare il punto perfetto per le frenate e in più il fondo stradale è spesso sconnesso. A noi piloti piace però, se ci chiedessero se vorremmo che venisse riasfaltato probabilmente diremmo di no, perché è unico nel suo genere. Su questa pista ho dei grandi ricordi. Ovviamente i più belli sono legati alle ultime due stagioni, quando abbiamo conquistato altrettante vittorie, ma mi piace ricordare anche il mio primo podio con la Ferrari, conquistato qui nel 2015 all'esordio con la Scuderia».

13 Marzo Mar 2019 1816 13 marzo 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso