Ranieri De Rossi Roma

Ranieri scende in campo dalla parte di De Rossi

L'allenatore della Roma prende posizione sul benservito della società al capitano: «Avrebbe meritato un trattamento diverso. Se lo avessero chiesto a me lo avrei tenuto».

  • ...

All'indomani della contestazione che ha scosso Trigoria a nemmeno 24 ore dallo scioccante annuncio di separazione tra la Roma e Daniele De Rossi è Claudio Ranieri a prendere le difese del capitano giallorosso e a criticare senza giri di parole la scelta della proprietà statunitense di non offrire il rinnovo al centrocampista.

«A Daniele, essendo il capitano e una persona storica qui, forse andava detto in un'altra maniera», ha detto l'allenatore romanista ai giornalisti in conferenza stampa, «bisognava dargli il modo di pensare bene, invece questo modo non gli è stato dato. Per una figura così importante, e avendo i tifosi della Roma un amore sviscerato per la propria squadra, una considerazione più attenta avrebbe consigliato magari un altro comportamento».

«SE MI FOSSE STATO CHIESTO AVREI CONSIGLIATO DI TENERLO»

«Io non conosco i progetti futuri di Pallotta», ha aggiunto Ranieri, «con me non ne hanno parlato visto che tra due partite finisce il mio rapporto con la Roma. Certo, in ogni società di calcio ci sono dei ricambi, per cui ci sta». Tuttavia, «se mi fosse stato chiesto di restare ad allenare io su De Rossi avrei detto: "Lo voglio perché so che giocatore è, che uomo è, che capitano è'". Come ho visto Daniele in questi giorni? Ancora devo parlarci ma dentro di sé sarà squassato, immagino che non dormirà la notte, ma è normale. Chi ha dato tutto e giocato anche non al 100% lo ha fatto per l'attaccamento alla maglia, ai tifosi, alla squadra».

«LA PARTITA COL PARMA SIA UNA FESTA PER DANIELE»

«Credo», ha concluso Ranieri soffermandosi sul futuro di De Rossi, «voglia continuare a giocare, lo ha detto, ed è giusto che sia così. Ma vorrei fare un appello ai tifosi riguardo all'ultima partita all'Olimpico: mi auguro sia una festa per Daniele. Il tempo delle contestazioni ci sarà, ma col Parma sia l'occasione per dimostrare amore a Daniele e alla Roma».

16 Maggio Mag 2019 1155 16 maggio 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso