Juventus Agnelli Allegri Panchina

Massimiliano Allegri non è più l'allenatore della Juventus

Nota della società: il tecnico livornese non siederà sulla panchina bianconera nella stagione 2019/2020. Sabato 18 maggio, alle ore 14, conferenza congiunta col presidente Agnelli.

  • ...

Due incontri non sono bastati, il terzo non è nemmeno servito: Massimiliano Allegri non è più l'allenatore della Juventus. Lo ha comunicato la società sul suo sito ufficiale, chiarendo che il tecnico «non siederà sulla panchina nella stagione 2019/2020». L’allenatore e il presidente, Andrea Agnelli, hanno quindi dato appuntamento ai media in occasione di una conferenza stampa in programma sabato 18 maggio alle ore 14 nella sala dell’Allianz Stadium.

CINQUE SCUDETTI, QUATTRO COPPE ITALIA E DUE FINALI CHAMPIONS PERSE

Allegri lascia così la Juve dopo cinque anni. In cui ha vinto cinque scudetti e quattro Coppe Italia consecutivamente: unico tecnico nella storia del calcio italiano a riuscirci. Il problema (per i tifosi) è che non ha conquistato la coppa per la quale i colori bianconeri nutrono ormai un'ossessione dopo sette finali perse: la Champions league. Ci è andato vicino però due volte, nel 2015 perdendo all'ultimo atto contro il Barcellona 3-1 a Berlino e due anni dopo facendosi battere dal Real Madrid 4-1 a Cardiff. L'arrivo nell'estate del 2018 di Cristiano Ronaldo, il giocatore più forte e decisivo del mondo insieme con Lionel Messi, doveva essere il trampolino per l'ultimo salto di qualità: eppure è arrivato "solo" il titolo nazionale, con l'eliminazione in Europa nei quarti di finale per mano della rivelazione Ajax.

CHI DOPO DI LUI? DESCHAMPS, POCHETTINO, INZAGHI... O GUARDIOLA

Per la sua sostituzione si era fatto il nome di Antonio Conte, un cavallo di ritorno. Ma i rapporti freddi con Agnelli costituiscono un ostacolo. Ecco perché l'allenatore leccese si è avvicinato all'Inter. Restano in corsa Didier Deschamps - che ha già guidato la Juve nell'anno della B -, Mauricio Pochettino, finalista di Champions con il Tottenham, e Simone Inzaghi della Lazio. Sfumato il sogno Zinedine Zidane, tornato al Real, rimane complicatissima la pista che porta a Pep Guardiola del Manchester City. Per Allegri invece si parla di un futuro all'estero, probabilmente al Paris Saint-Germain.

17 Maggio Mag 2019 1306 17 maggio 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso