Viaggi
7 Agosto Ago 2012 1600 07 agosto 2012

La semana è grande a San Sebastian

Concerti, parate, corride e un carnevale di giostre animano la città basca. Che dal 10 al 17 agosto si lascia alle spalle l'aria snob. E fa festa.

  • ...

San Sebastian, Spagna. Durante la semana grande si svolge un concorso internazionale di fuochi d'artificio.

Modaiola, sofisticata e civettuola, tutta charme e buone maniere. San Sebastian, o meglio Donostia in lingua basca, riesce a unire a fascino ed eleganza francesi, vitalità e allegria spagnola e orgoglio basco. Durante un tour nei Paesi Baschi una tappa di almeno due giorni è d’obbligo e la città merita invece un viaggio dedicato durante la Semana Grande, che quest'anno è in programma a partire dal 10 agosto 2012. Si tratta di una kermesse di concerti, parate, corride, un carnevale di giostre e una competizione internazionale di fuochi d'artificio. Ma preparatevi: la prima cosa da sapere prima di arrivare in questo meraviglioso angolo di Spagna settentrionale è che i Paìs Bascos non sono Spagna, o meglio non vogliono esserlo, e che l’orgoglio basco è percepibile nell’aria. Basta camminare per gli affascinanti vicoletti del Casco Viejo (centro storico) per leggere ogni due metri cartelli che asseriscono: «You’re not in Spain; you’re in the Basque country!». IL VIA CON UN COLPO DI CANNONE Dal 10 al 17 agosto 2012 la città basca più amata dai reali di Spagna riesce a lasciarsi alle spalle un po’ di quell’aria snob che la avvicina più alla vicina e francese Biarritz che al resto della penisola Iberica. Si comincia il 10 agosto con il canonazo, il colpo di cannone che sancisce alle sei di sera, il via alla festa. Si continua senza soste per sette giorni concedendosi di giorno il piacere della tintarella alla playa de la Concha o del surf alla Playa de Gros. Uno dei principali elementi della Semana Grande è senza dubbio, l’International Fireworks Contest, che include la partecipazione di squadre da tutto il mondo e che vede a San Sebastian le sue gare finali. Ogni sera, verso le 23, la spiaggia de la Concha si riempie di persone di tutte le età che affittano sedie ad un euro per godersi lo spettacolo dei fuochi sul mare e sull’incantevole città.

San Sebastian, Spagna. Il lungomare si anima di giorno e di notte diventa una discoteca.

MUSICA SUL LUNGOMARE Il secondo elemento che caratterizza la festa è senza dubbio la musica che invade ogni sera tutto il centro storico e i due lungomare: band rock, concerti rap, musica latinoamericana artisti internazionali e spagnoli si alternano sui vari palchi e sul lungomare della città nuova vi è addirittura un palco che si trasforma ogni notte in discoteca all’aperto dove si alternano dj internazionali. Tutte le sere la plaza de toros della città ospita inoltre i migliori toreri spagnoli. La semana festa si conclude con una spettacolare parata conclusiva durante la quale in una gigantesca parata vengono bruciati due enormi tori (vedere link in basso). LA GENTE E LO SPIRITO Ma quel che merita maggiormente in questa settimana spumeggiante è certamente l’aria allegra che si respira ogni sera. Al di là degli eventi la città si riempie di giovani e famiglie che dalle 19 in poi si accalcano nelle strette vie del centro storico a gustare golosi pintxos bevendo canas (birra) o vasos de tinto (bicchieri di vino rosso) decisamente a buon mercato. Il lungo mare, dall’orario dell’aperitivo in poi, si riempie di artisti di strada: pittori, ballerini di breakdance, comici o mimi intorno ai quali si formano capannelli di spettatori che interagiscono con loro. Veri e propri spettacoli a costo zero. E sulla spiaggia, al calar del sole, è facile vedere anche le evoluzioni dei surfer che si godono le ultime luci del giorno.

San Sebastian, Spagna. I concerti all'aperto sono una delle attrazioni della Semana grande.

DORMIRE Le pensioni di San Sebastian sono sì piccole strutture ricettive a conduzioni familiari, ma per la maggior parte sono modernissime e dotate di tutti i servizi e comfort.  Ottimo esempio di questa categoria sono la Pensìon Kursaal con camere doppie da 80 euro e la Pensìon Aida (camere da 60 a 80 euro a notte). Nel centro antico si possono trovare pension carine agli stessi prezzi ma anche ostelli molto più semplici a partire da 10 euro per notte, un po’ più costosi durante la Semana Grande. La città ostenta poi la sua raffinatezza con hotel di alto livello, situati perlopiù sul lungo mare della Concha: tra i più quotati l’Hotel de Londres e Inglaterra in cui soggiornava la regina Isabella II oltre un secolo fa offre camere a partire da 180 euro a notte e l’Hotel Maria Cristina, l’albergo dove oggi soggiornano vip e reali, da 250 euro a camera per notte (vedere link in basso). MANGIARE San Sebastian è anche soprannominata “Paradiso dei pitxos”. Versione “nordica” della tapa, il pintxo rifugge la banalità con grande ricchezza e varietà culinaria. In questa zona spesso sono serviti adagiati su fette di pane o su piccole mini baguette e possono essere a base di pesce, di salumi, di funghi o misti. Ogni pochi metri si trovano bar più o meno rustici con banconi colmi di squisitezze con prezzi dai 2 ai 4 euro per un pintxo accompagnato da un bicchiere di txakoli, il giovane vino bianco dei Paesi Baschi o di tinto. Al Bar La Cepa (calle de 31 de Agosto 7) assaggiate il jamon jabugo, tipico prosciutto crudo spagnolo, ottimi gli stuzzichini anche al Casa Valles (Calle de los Reyes Catolicos 10) e alla Mejilloneria (calle del Puerto 15), dove servono prevalentemente cozze.

San Sebastian, Spagna. Un classico pinxtos bar della città.

PINXTOS PER UNA CENA LOW COST Uno dei luoghi migliori per passare da bar a bar e assaggiare pineto e vino è la centralissima Plaza de la Constituciòn, partendo dall’Astelena, sull’angolo con calle de Inigo. Con i pintxos si può mangiare spendendo poco, ma se si può osare un po’ di più o se si desidera un tavolo comodo a cui sedersi e un pasto completo la zona del porto è ricca di ristoranti che servono ottimo pesce come il Restaurante Marinela (Paseo del Mulle, da 30 euro a testa). ARRIVARE Si può raggiungere la vicina Bilbao da Milano e Roma con voli Vueling (andata e ritorno a partire da 100 euro) con scalo a Barcellona o easyJet con scalo a Madrid o Barcellona più o meno allo stesso prezzo. (vedere link in basso). PER INFORMAZIONI: Turismo Basco - Pension Kursaal e Aida - Hotel de Londres e Inglaterra - Hotel Maria Cristina - Astelena - Vueling - EasyJet
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso