39 steps
22 Dicembre Dic 2018 1945 22 dicembre 2018

"Dizionario appassionato di Napoli". La verità partenopea secondo Jean-Noël Schifano

  • ...

È pensiero comune a molti quello che identifica la capacità di afferrare meglio di chiunque altro l'identità più intima di una città come un privilegio che ricade in favore di chi viene a viverla dall'esterno, da un qualche altrove, da una diversità strutturale, geografica, linguistica, culturale. Se si ha la fortuna di vivere in prima persona un simile assunto, si avrà l'occasione di accorgersi di quanta verità si annida in ciò che appare come un azzardo intellettualoide, essendo invece confessione lievemente accorata basata su una sostanziale verità dei fatti.

Troppo spesso – praticamente sempre – chi appartiene a una città grande e ricca di storia nel cuore di ogni suo anfratto, di ogni suo vicolo, inconsapevolmente ha bisogno di occhi e cuori esterni per comprendere a fondo la magnificenza del tesoro che ha tra e mani fin dalla nascita. Se quella città è Napoli, poi, è ancora più difficile – per certi aspetti – sorvolare su una corposa quantità di fatti e consapevolezze tutt'altro che secondarie per ritrovare quella imprescindibile purezza donata da secoli di fervore interiore (ma non solo).

Deve averlo capito fin da subito Jean-Noël Schifano, scrittore, studioso e intellettuale francese di origini italiane, se il punto di riferimento contenutistico per molti testi di saggistica a sua firma è saldamente ancorato nel cuore della metropoli partenopea. Personalità di grande rilievo in patria (è a lui che si devono le traduzioni oltralpe di lavori provenienti da eminenze nostrane quali Umberto Eco, Elsa Morante, Leonardo Sciascia, Italo Svevo o Alberto Savinio), Schifano giunge ora al completamento di un'opera importante e imponente che, probabilmente, vuole essere sia la summa del suo lavoro ad essa precedente, sia un definitivo approdo sulle coste di tutto ciò che può voler racchiudere in un insieme definito (e forse definitivo) l'essenza di una delle più interessanti e importanti storie umane assieme al concetto stesso di napoletanità verace e viscerale.

Dal peso di tutte le sue splendide 608 pagine, dunque, un'opera come Dizionario appassionato di Napoli (edito da ilmondodisuklibri) estrapola, certo, una summa sontuosa di un'intera vita di studi e sincera dedizione storica e geopolitica, ma lo fa – e questo è il punto fondamentale – con un amore e una dedizione passionale talmente elevata (sia in senso letterario che in direzione documentaristica) da risultare, a tratti, più sentita di una qualunque prova editoriale autoctona.

In Dizionario appassionato di Napoli Schifano affianca alla meticolosa operazione di ricerca la narrazione di una vera e propria storia millenaria compiuta da chi considera Napoli – forse più di molti napoletani o campani in generale – una città unica al mondo e dotata di un'identità, certo, alquanto difficile da afferrare ma in qualche modo marchiata a fuoco nell'animo di chiunque avesse mai avuto a che fare con essa.

Delineando minuziosamente anche i tratti più contorti della sua storia, svelando aneddoti letterari e piccole curiosità e infarcendo il tutto con una splendida capacità di richiamo alla memoria di particolarissime esperienze personali, Schifano dipinge Napoli come un luogo profondamente mitico fatto di un passato glorioso che, però, non resta sulla parete di un museo o tra le pagine di un testo didattico, bensì cerca di tornare continuamente a galla tra gli oceani del pensiero umano per innestarsi a dovere tra le maglie di un presente frastagliato e pieno di delicatissime sfumature.

Dizionario appassionato di Napoli è, come suggerisce il titolo stesso, un vero e proprio vocabolario che prende corpo grazie alla meticolosa organizzazione di nomi, concetti o terminologie. Già il punto di partenza delinea perfettamente le intenzioni complessive, grazie cioè alla voce “Averno” che richiama per direttissima il lago vulcanico in prossimità di Pozzuoli che fu soglia degli Inferi per Enea nel mentre del suo viaggio verso l'Ade. L'epica non viene affatto tirata in ballo per caso, ovviamente, se lo scopo principale è quello di unirla al delineamento dei particolarissimi tratti geografici campani, così come a parallele riflessioni letterarie e filosofiche.

Lasciandosi prendere per mano da Schifano, in tutto questo, il lettore potrà benissimo immedesimarsi nel nucleo di una narrazione assolutamente mai schematica, anzi necessaria a portare a termine la missione in sua simbiosi. Posillipo, la tomba di Virgilio o i Campi Flegrei, allora, si distaccano dalla loro valenza didascalica e diventano, a tutti gli effetti, strumenti per la doverosa celebrazione di popoli, culti e eredità millenarie.

Patrimonio che l'imperterrito progetto che ha portato alla pubblicazione di Dizionario appassionato di Napoli (in origine pubblicato in francese nel 2007) sembra aver perfettamente colto grazie alla consistenza della campagna di crowdfunding “SosPartenope”, avanzata e promossa dalla casa editrice ilmondodisuk grazie anche al coinvolgimento di molti artisti (sia italiani che stranieri) impegnati a donare diverse loro opere per allestire una mostra (SosPartenope, 100 artisti per il libro della città) in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli.

Dizionario appassionato di Napoli
di Jean-Noël Schifano
Editore: ilmondodisuklibri
Pagine: 608

Correlati