Alexanderplatz
23 Febbraio Feb 2019 1210 23 febbraio 2019

Praga e trentennale del Muro al centro della Fiera del libro di Lipsia

  • ...

Con 55 autori, 70 nuove uscite e 130 eventi la Repubblica Ceca letteraria si presenta in grande spolvero come paese d'onore alla Fiera del libro di Lipsia, in programma come ogni anno a marzo, questa volta dal 21 al 24. Si tratta della seconda più grande fiera tedesca del settore, dopo quella di Francoforte, ma non è meno importante. Anzi, i lettori l'apprezzano di più: è meno commerciale, più a dimensione umana, ricca di manifestazioni ed eventi che portano i visitatori a più stretto contatto con gli autori.

E in più è il momento più importante per un incontro-confronto letterario con i paesi dell'area centro-orientale dell'Europa: anche negli anni della Ddr, la Fiera di Lipsia è stato un luogo di ponte fra Est e Ovest. Un ruolo oggi rafforzato dopo la caduta dei muri e l'intensificazione dei rapporti. Negli ultimi anni questo spazio culturale è stato importante per capire le inquietudini che hanno iniziato a serpeggiare nell'Europa di mezzo e dell'Est, per ascoltare le voci che arrivavano da zone di guerra, come quelle degli intellettuali ucraini dopo la Maidan e nei mesi della guerra, per tastare il polso a una letteratura inevitabilmente specchio di società che è bene conoscere diù approfonditamente.

L'edizione 2019 della Fiera del libro di Lipsia appare dunque l'occasione giusta, ancor più perché quest'anno si celebra il trentennale dalla caduta del Muro di Berlino. E al bilancio di questo trentennio, la fiera dedica una serie di conferenze e incontri specifici all'interno della serie "The Years of Change 1989-1991": dagli entusiasmi successivi alla caduta dei regimi comunisti alle prime disillusioni per le durezze delle transizioni, dagli anni della ripresa con gli ingressi nell'Unione Europea fino alla rinascita dei nazionalismi e dei populismi e alla crisi del modello liberale. Sguardo particolare sarà dato ai centri di queste trasformazioni: Budapest, Varsavia, Bucarest, Kiev, Riga, Minsk, Mosca, Berlino, Lipsia e naturalmente Praga. Capita a proposito il palcoscenico affidato alla Repubblica Ceca, la cui epopea letteraria si fonda su una delle basi più solide che hanno contribuito alla formazione della cultura europea.

Correlati