All review
30 Dicembre Dic 2017 1526 30 dicembre 2017

Recensione del film '' Napoli velata''

  • ...

Dopo avere visto questo film, togliendosi il velo dagli occhi dato dai pregiudizi di molte persone che non riescono a percepire la magia della più bella metropoli del mediterraneo, immediatamente viene alla mente questa domanda : un capolavoro nasce per caso ? La mia risposta: anche, ma non solo !

Giovanna Mezzogiorno
Peppe Barra

Il caso ha voluto che Özpetek durante il periodo trascorso a Napoli per la regia de La traviata, portata in scena al Teatro San Carlo, abbia incontrato persone che gli hanno fatto scoprire aspetti della città intravedendo così molte somiglianze fra questa città e la sua Istanbul. Nello stesso periodo ha conosciuto durante una cena con amici una ragazza, da lui definita ''molto interessante'' e ''molto sensuale'', che a fine serata se n'è andata rivelando di essere un medico legale. Il caso stava fornendo alcuni preziosi ingredienti per cominciare a pensare ad un film ambientato a Napoli ? Forse si , ma a questo punto è entrata sicuramente in funzione tutta la sensibilità del grande regista in grado di recepire sentimenti ed emozioni trascendenti calandoli nella quotidianità con la sua professionalità capace di trasportare sullo schermo il sottile filo magico che unisce sesso, bellezza, gioco e senso della morte. Un valido contributo alla riuscita del lavoro è venuto dalla ottima fotografia di Gian Filippo Corticelli, già titolare del settore in molti film di Özpetek, che ha saputo rendere poetici , con sapienti primi piani, perfino espliciti rapporti sessuali oltre alle stupende scene live nella Napoli più intrigante e nascosta . Si, perchè il film interamente girato nella città partenopea in poche settimane ( dal 13 maggio al 1 luglio 2017)offre allo spettatore eccezionali riprese realizzate al museo archeologico nazionale di Napoli, all'ospedale degli incurabili, nella cappella Sansevero ed all'interno del palazzo del principe Caracciolo. Tra gli interpreti del film da notare le grandi interpretazioni di Giovanna Mezzogiorno, che ha rappresentato sullo schermo una donna dalla doppia personalità , fredda e calda, e di un mitico Peppe Barra che riassume l'esoterismo goliardico partenopeo.
La trama ? Un triller disinvolto , dove la razionalità deve convivere con l'irrazionalità partenopea.

Regia: Ferzan Ozpetek ; Sceneggiatura: Ferzan Ozpetek, Gianni Romoli, Valia Santella; Fotografia: Gian Filippo Corticelli; Musiche: Pasquale Catalano; Attori: Giovanna Mezzogiorno, Alessandro Borghi, Anna Bonaiuto, Peppe Barra, Biagio Forestieri, Lina Sastri, Isabella Ferrari, Luisa Ranieri, Maria Pia Calzone, Loredana Cannata, Carmine Recano, Angela Pagano; Genere: Thriller Paese: Italia; Produzione: R&C; Distribuzione: Warner Bros. Italia Produzioni; Durata: 113'; Data uscita: 28 dicembre 2017

Correlati