All review

20 Luglio Lug 2018 1057 20 luglio 2018

Film da vedere o rivedere all'aperto

  • ...

... Tonya

Un cinema all’aperto è costituito da un proiettore digitale o analogico, uno schermo a struttura fissa o mobile ed un impianto sonoro. Questa attrezzatura può essere collocata in giardini , in piscine, sui tetti dei grattacieli, utilizzando schermi galleggianti sui laghi (mentre gli spettatori si trovano in barca) o in drive-in posti su un parcheggio a più piani. In paesi come la Finlandia o il Canada, durante l’inverno, le proiezioni pubbliche di film sono state effettuate addirittura su superfici ghiacciate, ma tornando in Europa Il primo cinema all’aperto è stato creato in Germania, a Berlino, intorno al 1916. Da allora sono sorte, in particolare in città e paesi con forte vocazione turistica, arene cinematografiche estive collocate spesso in parchi di prestigiose ville. Gli spettatori di un cinema all’aperto si siedono normalmente su sedie abbastanza semplici e talvolta scomode che non ricordano certo le avvolgenti poltrone delle moderne multisala,ma che debbono ' sopravvivere' all'aperto affrontando anche eventuali intemperie atmosferiche nella brutta stagione.

Tra i cinema all’aperto più grandi e conosciuti ricordiamo l’Outdoor Cinema Food Fest in California, il Fly-In Theatre di Oshkosh (USA) ,lo Screen On The Green (Atlanta) e il Sunset Cinema in Australia .Sempre più spesso i festival cinematografici di gran fama aggiungono proiezioni all’aperto per i loro spettatori, ad esempio nel caso della première mondiale di Shark Tale, proiettata in Piazza San Marco in occasione della Biennale di Venezia nel 2004, o delle proiezioni all’aperto del Dubai International Film Festival (2011)
Ma la funzione prioritaria delle arene estive consiste nel riproporre film recenti o passati che lo spettatore,può vedere o rivedere durante il sospirato periodo di ferie, approfittando di un soggiorno in una bella località vacanziera . E' il caso delle arene estive disseminate in Italia dove sono in cartellone in questi giorni molti successi dello scorso inverno. Fra i tanti, adatti per gusti ed età diverse del pubblico, troviamo per esempio un capolavoro come '' Tonya ''

DATA USCITA: 29 marzo 2018; GENERE: Biografico, Drammatico ;REGIA: Craig Gillespie ; SCENEGGIATURA: Steven Rogers ; FOTOGRAFIA: Nicolas Karakatsanis ; MONTAGGIO: Tatiana S. Riegel ; MUSICHE: Peter Nashel ; PRODUZIONE: AI-Film, Clubhouse Pictures, LuckyChap Entertainment ;ATTORI: Margot Robbie, Sebastian Stan, Allison Janney, Julianne Nicholson, Bobby Cannavale, Paul Walter Hauser, Caitlin Carver, Bojana Novakovic, Mckenna Grace ; PAESE: USA ; DURATA: 121'


Il film narra la vita della pattinatrice Tonya Harding (Margot Robbie), protagonista di uno dei più grandi scandali sportivi nella storia degli Stati Uniti essendo stata coinvolta in una scabrosa vicenda che aveva portato al ferimento della rivale Nancy Kerrigan, colpita alle gambe da uno sconosciuto, costringendola così a ritirarsi dai campionati nazionali .Per questo motivo la campionessa di pattinaggio artistico, unica atleta del settore capace di eseguire perfettamente il triplo axel, fu radiata nel 1994 dalla US Figure Skating Association .

L'intera vita della campionessa è proposta magistralmente nel film dal regista Craig Gillespie sotto forma di un curioso e stimolante documentario nel quale sono parte attiva e descrittiva vari personaggi chiave della formazione, ascesa , successo e declino sportivo della pattinatrice . Fra questi prima di tutto sua madre LaVona Fay Golden (Allison Janney) che le inculca fin da piccola ' a suon di sberle 'l’ossessione per la vittoria, seguita dal marito Jeff Gillooly (Sebastian Stan) anch'egli incline alla violenza e co-responsabile, a vario titolo, dell'aggressione alla rivale sportiva di Tonya, Nancy.

Il film ha già ottenuto un grande successo di pubblico e di critica : è stato candidato a 3 Premi Oscar 2018 per la Migliore attrice protagonista (Margot Robbie), per la Migliore attrice non protagonista (Allison Janney) e per il Miglior montaggio.

Correlati