All review
25 Settembre Set 2018 1151 25 settembre 2018

Ci stiamo giocando l'U.E ed il PD

  • ...

L'Unione Europea è nata a Roma il 25 marzo 1957 per merito di sei stati fondatori (Italia,Francia,Germania,Paesi Bassi,Lussemburgo e Belgio) per arrivare agli attuali 28 stati membri (Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria ) che a breve potrebbero ridursi a 27 con la brexit del Regno Unito se nel frattempo non fossero accolti altri stati che hanno fatto esplicita richiesta di inclusione.

Dal 1957 al 2018 sono trascorsi così 61 anni di pace, senza cioè nessuna guerra tra gli stati membri: un record assoluto. Rileggendo la storia del precedente secolo basta ricordarci delle due guerre mondiali : la prima del 1914-1918 coinvolse due blocchi contrapposti, da una parte gli Imperi centrali (Germania, Impero austro-ungarico e Impero ottomano), dall'altra gli Alleati rappresentati principalmente da Francia, Regno Unito, Impero russo e, dal 1915, Italia. Oltre 70 milioni di uomini furono mobilitati in tutto il mondo (60 milioni solo in Europa) di cui oltre 9 milioni caddero sui campi di battaglia; si dovettero registrare anche circa 7 milioni di vittime civili. La guerra raggiunse una scala mondiale con la partecipazione di molte altre nazioni, come Bulgaria, Romania, Portogallo e Grecia e dal 1917 gli Stati Uniti d'America. Dopo appena 21 anni nel 1939 scoppiò la Seconda Guerra Mondiale che vide di nuovo contrapporsi fino al 1945 le potenze dell'Asse con i Paesi Alleati. Risultato decine di milioni di morti sia tra i militari che i civili.
Dopo 12 anni dalla fine del tremendo conflitto nato per la seconda volta nel cuore dell'Europa e divampato nel mondo intero era proprio il caso di provare a calmare le intemperanze dei rispettivi stati creando appunto la Comunità Europea.

Tutto questo per chiarire a quale enorme rischio ci si potrebbe avviare rinunciando ai tanti, tantissimi o forse troppi compromessi che ogni stato ha dovuto accettare. Italia compresa ovviamente.
Il PD ha rappresentato insieme ai precedenti partiti di derivazione marxista ed alle forze politiche cattoliche che militavano principalmente nella DC ( Democrazia Cristiana ) il principale baluardo che ha permesso all'Italia di affrontare e proseguire tutto il percorso di maturazione del progetto di pace e cooperazione economica e finanziaria che sottende al progetto europeo. Tanto per essere chiari : il PD con la sua estenuante fragilità acquisita corre il rischio di far crollare tutta l'operazione europea portata avanti dai nostri avi con tanta pazienza e lungimiranza.

Come è nata tutta questa debolezza politica di un partito che ha rappresentato per decenni il caposaldo del popolo ? Semplicemente non ascoltando più la base che in questi ultimi anni chiedeva chiaramente più lavoro e maggiore sicurezza. Eppure gli uomini giusti erano a sua disposizione ? Vi ricordate il ministro Minniti ?

Correlati