All review
16 Febbraio Feb 2019 0952 16 febbraio 2019

La segregazione a stelle e strisce stampata su '' Green Book ''

  • ...

Il film è ambientato negli Stati del Sud degli Stati Uniti in un periodo storico, primi anni 60, nel quale la segregazione razziale si manifesta in tutta la sua diffusa brutalità. Tony Lip (Viggo Mortensen), buttafuori italoamericano, in seguito alla temporanea chiusura del locale notturno nuovayorkese dove lavora, viene assunto come autista dal dott. Don Shirley (Mahershala Ali), uno dei pianisti più famosi al mondo, per affrontare, con il suo trio musicale, una lunga tournée da New York fino agli stati del Sud.
Il nome del film, tratto da una storia vissuta, deriva da Negro Motorista Green Book, il titolo di un libriccino, allora edito, che contiene i nomi di una serie di esercizi commerciali (hotel, ristoranti, bar, pompe di benzina) dove i neri si rivolgono per le loro necessità. Tony Lip, culturalmente depresso, riesce a tramutare il proprio innato e rozzo razzismo in una piena rivalità dei propri sentimenti e convinzioni, con l'aiuto della profonda cultura e sensibilità del grande artista di colore.
Peter Farrelly ha saputo miscelarsi in Stati Uniti e in molte altre parti del mondo con semplicità, perspicacia e saggezza, un punto di vista di un individuo spettatore con leggerezza e semplicità, la possibilità di un rapido esame della propria attitudine alla tolleranza in generale. Nomination agli Oscar. Ma non solo. La sceneggiatura e la regia hanno ottenuto un 'accurata ricostruzione storica del periodo (1962) con semplici tocchi geniali, come la telefonata del dott. Shirley a Bob Kennedy, ministro per la pace nel governo, che anche gli italo-americani erano, allora in quelle zone, mal tollerati. Tutto ciò che è passato oltre la vita è sembrato un nuovo impulso con l'amministrazione Trump ed i problemi planetari connessi con le migrazioni di massa di mondo, che cercano di allontanarsi da zona del mondo disastrato per vari motivi, per raggiungere posti più specifici alla loro sopravvivenza.
Altro elemento basilare del film è chiaramente la musica proposta a piene mani da Stu Goldberg e Kris Bowers, il vero grimaldello che riesce a provocare la prima empatia tra chi esegue e chi l'ascolta. I due principali interpreti di Viggo Mortensen e Mahershala Ali sono riusciti a interpretare il ruolo di Linda Cardellini nelle vesti della delicata e sensibile mogliettina del buttafuori, più volgare nell'aspetto che nell'animo.
Il film è stato premiato con Golden Globe 2019. Mahershala Ali nel 2016 si è aggiudicato il Premio Oscar come miglior attore non protagonista per il suo ruolo in Moonlight. La prima volta per un musulmano.

REGIA: Peter Farrelly ; SCENEGGIATURA: Nick Vallelonga, Peter Farrelly, Brian Hayes Currie ; FOTOGRAFIA: Sean Porter ; MUSICHE: Stu Goldberg, Kris Bowers ; ATTORI: Viggo Mortensen, Mahershala Ali, Linda Cardellini, Don Stark, P.J. Byrne, Sebastian Maniscalco, Brian Stepanek, Nick Vallelonga ; PAESE: USA ;PRODUZIONE: DreamWorks, Participant Media, Amblin Partners ;DISTRIBUZIONE: Eagle ;DATA USCITA: 31 gennaio 2019 ; DURATA: 130 Min

Correlati