Chi Web Comincia
14 Marzo Mar 2019 1219 14 marzo 2019

VISTO USA: il documento ESTA per viaggi negli Stati Uniti

  • ...

Quando si viaggia al di fuori dell’Europa il visto turistico può essere una bella rogna.

Senza ombra di dubbio, le info che possono essere prese in rete sono un elemento prezioso per poterci orientare e avere qualche aiuto utile. Siti come Zingarate o Turisti Per Caso sono in Italia dei punti di riferimento ormai riconosciuti da tantissime persone, così come gli innumerevoli gruppi FB, costituiscono una vera e propria community molto solida per chi ha bisogno di consigli di ogni tipo per l’organizzazione della propria vacanza.

Tuttavia, non sempre il fai da te può essere una soluzione, ed anche andare semplicemente negli USA potrebbe portare qualche sorpresa al momento di fare l’ESTA. Precisiamo che l’ESTA è necessario anche solo se si deve fare uno scalo aereo negli USA (visto C) e che è possibile richiederlo se il periodo di permanenza non supera i 90 giorni e solo se viaggia per turismo (visto B2) o affari (visto B1).

I motivi per cui la richiesta dell’ESTA potrebbe non andare a buon fine, in alcuni casi, possono essere anche molto banali. Nel modulo di compilazione ci si potrebbe anche confondere scrivendo il numero “0” con la lettera “o”, ed ecco che la procedura verrebbe negata. Quindi, massima attenzione ai dati del passaporto ed occhio che questo non sia scaduto. L’ESTA potrebbe essere rifiutato per le risposte alle varie domande che vengono poste, infatti, se il richiedente è colpito da malattie contagiose o in caso di cittadini con reati alle spalle, non è detto che venga dato il lasciapassare.

Chiaramente, rischi particolari non se ne corrono, tuttavia per avere la certezza di un visto turistico ESTA per italiani è sempre bene controllare con attenzione tutte le formalità burocratiche del caso o comunque meglio affidarsi a qualche professionista o agenzia specializzata per poter partire in tutta tranquillità.

Per quale motivo l’ESTA è richiesto per i viaggi dei cittadini italiani?

L'ESTA è stato introdotto con l'obiettivo di rendere ancora più forti le misure di sicurezza in vigore negli Stati Uniti, e al tempo stesso assicurare una protezione migliore ai visitatori che si dirigono negli USA. Il requisito fondamentale che deve essere rispettato per poter usufruire di questa autorizzazione è quello della cittadinanza di uno dei Paesi che rientrano nel Visa Waiver Program, il programma di Viaggio Senza Visto. Occorre tener presente, però, che l'ESTA è valido unicamente nel caso in cui il periodo di permanenza in territorio statunitense non superi i 90 giorni.

Chi può richiedere l'ESTA?

La procedura di richiesta dell'autorizzazione online può essere considerata come un metodo di controllo che prende in esame le informazioni relative ai turisti e che serve per stabilire se essi sono idonei o meno a viaggiare negli USA. L'ESTA può essere richiesto unicamente da chi è già in possesso del biglietto di ritorno dal viaggio: ciò è utile proprio a dimostrare - almeno in teoria - che non si rimarrà negli Stati Uniti più del tempo consentito. Attenzione, però: l'ESTA viene concesso solo per viaggi con specifiche finalità. In particolare, l'autorizzazione è disponibile per coloro che si trovano in America per turismo o per chi è in visita a un familiare; sono ammesse, inoltre, le ragioni mediche e quelle di lavoro (ma solo se si tratta di viaggi di affari che prevedano poi il ritorno in patria). Infine, si può ottenere l'ESTA anche per recarsi negli USA per motivi culturali o sportivi.

Il funzionamento della richiesta

Chi ha intenzione di andare negli Stati Uniti per mettersi in cerca di un lavoro, per studiare, in qualità di giornalista o semplicemente per trasferirsi lì in modo definitivo non deve fare riferimento all'ESTA. Per quel che riguarda la procedura da seguire per la richiesta dell'autorizzazione, è necessario compilare online un questionario al cui interno dovranno essere specificate le informazioni personali di tutti i viaggiatori. Occorre tenere a portata di mano il proprio passaporto, poiché ne verranno chiesti gli estremi, e la carta di credito, che servirà per il pagamento.

Quanto dura l'ESTA?

La validità dell'ESTA è di due anni a partire dalla data in cui l'autorizzazione è stata rilasciata. Nel caso in cui il passaporto scada prima dei due anni, anche la validità dell'ESTA scade in automatico.

Correlati