Chi Web Comincia
21 Marzo Mar 2019 1253 21 marzo 2019

Most Valuable Italian Brands 2019: le crociere si confermano un'eccellenza

  • ...

Le eccellenze del Made in Italy sono numerose e tra queste figurano anche quelle correlate al mondo delle crociere.

Non è una novità il fatto che l’Italia sia considerata una sorta di icona per quel che riguarda questa particolare tipologia di vacanza, e la conferma arriva dalla classifica BrandZ Top 30 Most Valuable Italian Brands 2019.

La classifica dei 30 brand italiani i maggior valore

Questa speciale graduatoria curata da KPP in collaborazione con Kantar mette in evidenza i 30 brand italiani che sono riusciti a distinguersi nel corso dell’anno, non solo per quel che riguarda l’accrescimento del valore societario, ma anche dal punto di vista dell’innovazione e della competitività.

Tra i 30 marchi italiani in assoluto più importanti secondo questa classifica figurano ben due importanti compagnie crocieristiche nostrane, ovvero Costa Crociere e MSC Crociere, le quali figurano rispettivamente al 18° e al 14° posto.

Si tratta, è evidente, di aziende leader a livello mondiale nel loro settore e in questa “top 30” il loro valore è stato stimato in cifre davvero altisonanti, pari esattamente a 1,824 milioni i dollari per quel che riguarda MSC Crociere e 1,591 milioni di dollari per Costa Crociere.

Dando una rapida occhiata alla classifica Most Valuable Italian Brands 2019, si nota subito che essa è una fedele fotografia delle più note eccellenze italiane: grandi spazi sono occupati dal settore fashion, ma non mancano quelli relativi al food, alle automobili, ai servizi assicurativi e bancari.

MSC Crociere la prima nella categoria di riferimento

MSC Crociere merita una menzione speciale, essendo stata la prima in assoluto nella categoria di riferimento e avendo riscontrato un tasso di crescita su base annua davvero importante, pari a +14%.

Andrea Guanci, Direttore Marketing Italia di MSC Crociere, nel commentare questo risultato più che lusinghiero ha sottolineato il fatto che la compagnia sta operando importanti investimenti, soprattutto per quel che riguarda l’ampliamento della flotta.

L’obiettivo, secondo Guanci, è quello di raggiungere quota 29 navi nell’anno 2027, flotta che consentirà alla compagnia di movimentare ben 5,5 milioni di clienti all’anno.

Con ogni probabilità il grande appeal di questa compagnia è dovuto non solo ai suoi notevoli numeri e alla qualità di servizi offerti, ma anche al fatto di valorizzare al meglio delle tappe che esulano dalle mete più tradizionali.

Per quel che riguarda la Spagna, ad esempio, MSC Crociere non punta esclusivamente su Barcellona, ma anche sulla vicina Andalusia: il territorio andaluso è vasto e molto intrigante e per scoprirlo più a fondo può essere un’ottima idea visitare il sito web ViviAndalucia.com.

Le crociere: un settore che può crescere ancora

Ci sono tutti gli estremi, dunque, affinché il già florido settore crocieristico italiano possa crescere ancora: sicuramente i clienti stranieri giocano un ruolo fondamentale da questo punto di vista, ma anche la domanda interna è consistente.

D’altronde le crociere hanno smesso di essere un’esperienza di vacanza prettamente lussuosa: se da un lato continuano ad essere disponibili delle crociere esclusive, dall’altro si possono acquistare tanti diversi pacchetti dal prezzo del tutto accessibile.

Le ottime opportunità che il web ha saputo garantire, si pensi ad esempio alla nascita di portali che consentono di cogliere al volo le “offertissime”, come ad esempio lastminuteclick.it, ha contribuito ulteriormente a fare in modo che le crociere dismettessero i panni di viaggio esclusivamente “luxury” rivolgendosi invece a target molto più variegati.

Correlati