Mens sana Polis sana
12 Marzo Mar 2018 2318 12 marzo 2018

Super Pippo Sala contro Paperino Renzi

  • ...

Renzi che sbaglia, che propone primarie autoreferenziali, che governa con Verdini e potremmo andare avanti all’infinito. Un lungo j'accuse che dall’alto di Palazzo Marino suona quanto facile quanto inopportuno. Renzi è caduto in disgrazia – questo è evidente – impersona perfettamente il personaggio creato dalla Disney, Paperino: non ne azzecca una e fa quasi tenerezza per quanto è impacciato. E di questo passo Sala, invece, pare voglia indossare i panni di super Pippo: lui sì che ha i poteri da sindaco! Peccato che il voto così tanto criticato da Beppe, a Milano, dimostri come il centrosinistra perda consensi nelle periferie, le sue tanto amate e care periferie, che evidentemente con il primo cittadino non hanno istaurato un grande rapporto. Il che non è poi così strano, perché nonostante i proclami pre, durante e post campagna elettorale, già alle comunali per conquistare qualche voto fuori dalle mura c’era voluto uno sforzo immane. Super poteri o no, certo è che il giudizio pare scontato, facile e molto di comodo per uno che offre idee e ricette, ma non si sporca le mani con una tessera di partito. Il Pd ha di sicuro bisogno di un momento di confronto per capire dove vuole andare e in che modo, di certo non ha bisogno di maestrini con la penna rossa o di mantelli svolazzanti… che poi - si sa - a Milano il vento cambia anche in fretta.

Di Roberto Caputo

Correlati