Onomatopeicamente
13 Ottobre Ott 2018 1815 13 ottobre 2018

La cambiale di matrimonio, il giovane Rossini alle origini del Carcano

  • ...

Il ritorno alle origini del Teatro Carcano di Milano, in omaggio a Rossini nel 150° della morte, propone, per aprire la nuova stagione, il capolavoro giovanile per eccellenza del compositore, La cambiale di matrimonio. Il teatro che vive oggi, soprattutto ma non solo, di prosa, mette in mostra ancora stasera e domani sera la prestigiosa collaborazione con il Conservatorio Giuseppe Verdi e l’Accademia di Belle Arti di Brera impegnati nella prima delle due nuove coproduzioni in cartellone - la seconda, il Don Giovanni di Mozart, sarà in cartellone a maggio.

Con la farsa La cambiale di matrimonio il diciottenne Rossini iniziò nel 1810 al Teatro San Moisè di Venezia la sua fulgida e rapidissima carriera. I personaggi principali dell’opera formano una sorta di quadrilatero: da una parte stanno i due giovani innamorati, soprano e tenore, che si esprimono con un linguaggio sentimentale; dall’altra, due personaggi anziani e comici, voci di basso-baritono chiamate a quel tempo “buffi”: Mill, padre avaro e ostinato, pronto a trattare sua figlia come una merce, e Slook, mercante americano dalle maniere grezze, abituato a misurare ogni cosa in denaro ma pronto a comprendere con generosità il valore dei sentimenti umani. Nella vivacità e nella precisione del ritmo, nella limpida chiarezza con cui si svolgono le frasi musicali e nel calore melodico delle espressioni amorose si riconosce già da questa prima opera lo stile caratteristico di Rossini.

Correlati