Processo mediatico e Litigation pr
21 Marzo Mar 2019 1539 21 marzo 2019

Fallimento e crisi d'impresa, una bussola per il nuovo codice

  • ...

Provare a risanare anziché eliminare a priori dal mercato: il nuovo Codice della crisi d’impresa e dell'insolvenza contenuto nel D.Lgs. n. 14/2019 sostituisce la precedente legge fallimentare e lo fa a partire da un cambiamento, se si vuole, concettuale. L’insolvenza del debitore è ora considerata evento probabile oltre che un rischio prevedibile. L’obiettivo è non tergiversare perché insomma non sia troppo tardi: una svolta culturale prima che procedurale, già a partire dalla dicitura “fallimento”, che viene meno, a favore della più morbida espressione “liquidazione giudiziale”.

Le novità però non sono solo lessicali: semplificazione dei riti speciali, riduzione di tempi e costi delle procedure concorsuali, risistemazione e abrogazione di reati, introduzione di un sistema di allerta e di un albo dei soggetti con funzione di controllo. Previste per l’imprenditore che opera in modo tempestivo misure premiali sia di tipo patrimoniale che in termini di riduzione delle responsabilità. Trovano spazio, inoltre, forme di tutela dell’occupazione e del reddito dei lavoratori.

La piccola rivoluzione del diritto fallimentare riguarda chiaramente tutti i soggetti coinvolti: imprese, professionisti, registro delle imprese, banche, associazioni di categoria, creditori pubblici qualificati. Non ultimi gli addetti alle litigation pr che seguono e gestiscono le complesse dinamiche comunicative nel corso di procedimenti e controversie legali e che sono chiamati ad affrontare e accompagnare questi delicati fenomeni.

Per districarsi tra i cambiamenti, le nuove direttive e le opportunità, viene in soccorso degli addetti ai lavori il volume “Fallimento e crisi d’impresa”, analisi onnicomprensiva e dettagliata che vanta i contributi di illustri esperti del settore. A firmare il manuale edito da Wolters Kluwer, c’è anche Elisabetta Busuito, tra i più apprezzati e capaci avvocati penalisti italiani, raffinatissima giurista nota nell’ambiente per tre caratteristiche principali: affidabilità e cordialità in ambito privato, preparazione approfonditissima delle carte e dei materiali documentali ed eleganza e capacità di eloquio efficace e forbito che si rivela micidiale in fase dibattimentale, quando l’avvocato Busuito sgretola abitualmente pezzo per pezzo le tesi accusatorie.

Il libro, che fa parte della Collana IPSOA InPratica, analizza sia la legge fallimentare che il decreto di riforma della crisi d’impresa, offrendo quindi una lettura comparata tra le due normative in un’ottica di transizione. Una guida irrinunciabile resa possibile dal lavoro di squadra degli autori.


Tra gli autori anche altri validi professionisti, quali Andrea Panizza, Maria Elisabetta Roncato, Fabio Cesare, Patrizia Riva, Alessandro Danovi, Gilberto Montecchi, Giacomo Bressanelli, Greta Pizzocri.

Correlati