S.P.Q.R.: Sono Pazzi Questi Russi
26 Ottobre Ott 2018 0309 26 ottobre 2018

Perché l'orso bruno è l'animale simbolo della Russia?

  • ...

Possente, corpulento e massiccio, talvolta feroce, ma sempre imprevedibile. L'orso bruno è l'animale simbolo della Russia. Le sue origini risalgono all'era pagana, quando le tribù slave che popolavano i territori della moderna Russia lo adoravano come un dio. In Russia l'orso è protagonista di proverbi, modi di dire, opere letterarie, racconti popolari ed epopee. L'agiografia paleocristiana rappresenta i santi come domatori di orsi selvatici. A partire dal sedicesimo secolo, questi animali sono inoltre raffigurati su alcuni importanti stemmi russi. Li troviamo, per esempio, sugli stemmi delle città di Perm, Khabarovsk e Yaroslavl.

L'associazione della Russia con l'orso avviene quando l'animale è raffigurato nelle prime mappe europee e i viaggiatori stranieri lo menzionano nelle loro memorie. Nel sedicesimo e nel diciassettesimo secolo la maggior parte degli orsi bruni addomesticati forniti ai circhi europei proviene da Mosca. Presto la Russia inizia a essere raffigurata come un orso anche nelle caricature, in quanto nazione grande, selvaggia, assetata di sangue e violenta. L'orso diventa così l'emblema di una serie di eventi, anche sportivi, a cominciare dalle Olimpiadi di Mosca del 1980. In quell'occasione l’illustratore Victor Chizhikov riceve l’incarico di mostrare il lato gentile dell’orso sovietico, ottenendo un risultato ancora migliore: dà vita alla prima mascotte sportiva, l'orsetto Mishka.

Dopo il collasso dell'Unione Sovietica, una parte del Parlamento russo chiede che l'animale sia presente anche nello stemma nazionale, poiché "la Russia è comunque identificata nel mondo con l'orso". Ma alla fine lo stemma zarista con l'aquila bicipite ha la meglio. Successivamente, l'orso viene adottato come simbolo dal partito Russia unita, che domina la vita politica del Paese dai primi anni 2000. Per una curiosa coincidenza, il cognome di Dmitri Medvedev, il presidente russo eletto nel 2008 nella lista del medesimo partito, è l'aggettivo possessivo di медведь, che tradotto significa "Dell'orso".

Correlati