Twittarola
1 Giugno Giu 2012 1024 01 giugno 2012

Chi salverà Panorama da Porter (e da Rocca)

  • ...
Il primo numero del nuovo Panorama in edicola dal 31 maggio 2012.



Lo ha disegnato ma lo ha già disconosciuto. Il primo numero del rilancio Panorama, il settimanale Mondadori firmato da @giorgiomule, Giorgio Mulè, è appena arrivato fresco in edicola e @IamMarkPorter (Mark Porter, art director, e autore del progetto del Guardian e di Wired anche nella versione italiana) ha preso le distanze con un un messaggio pubblicato sul suo sito (leggi qui) e dice più o meno così: «L'ho fatto io, ma quello che è stampato non è proprio ciò che avevo pensato». E apriti tweet.
Hanno taciuto tutti gli account Mondadori che contano. Il cinguettio che ha scoperchiato il vaso è stato quello di @christianrocca (Christian Rocca, direttore di IL, il mensile più cool del Sole24Ore, come lo definisce lui stesso, e autore del blog Camillo, che conta oltre 8.500 followers, compagno di @silviagrilli, Silvia Grilli, vicedirettore di Panorama, ora in congedo maternità) che ha scritto: «Mi pare molto scorretto da parte di @IamMarkPorter prendere le distanze dal nuovo Panorama disegnato da lui». E di retweet in retweet alla fine Porter il post lo ha eliminato, come si è affrettato a twittare e a postare @lucasofri (Luca Sofri, direttore de il Post, giornale online).
Scaramucce da giornalisti, si dirà. Ma la cosa curiosa è che proprio Rocca sia stato il primo censore della grafica del nuovo Panorama. Il direttore di IL, che di nuovo curiosamente è succeduto a Walter Mariotti, ora vicedirettore di Panorama, ha emesso subito un giudizio estetico a caldo: «Bella la cover, molto bella impaginazione parte centrale (contenuti soliti), prima parte brutta, ultima inutile, firme boh».
Ma non si è fermato alla prima impressione. Dopo aver letto su ItaliaOggi l'articolo di presentazione del settimanale mondadoriano a firma di Sabina Rodi (leggi l'articolo)  ha cinguettato: «Io vorrei passare molte serate assieme a Sabina Rodi, non ho mai letto niente di simile #redifining Ag. Stefani». Come dire che forse l'articolo era un filo accomodante nei confronti del settimanale e l'inglesismo che rimanda all'Agenzia Stefani, la prima agenzia di notizie nata in Italia bel 1853 non è proprio un complimento per chi scrive. Giudizio numero due.
Poi è arrivato Porter che ha disconosciuto via web il nuovo Panorama e Rocca  si è trasformato da censore della grafica in supporter tout court. Fino alla prossima. A proposito: oggi, 1 giugno, è stato Il Foglio di Giualiano Ferrara, dove Rocca ha lavorato prima di arrivare al gruppo Sole 24 Ore, ad esercitarsi nella recensione di  Panorama (leggi qui). Per ora Rocca tace.

Correlati