Twittarola
1 Giugno Giu 2012 1626 01 giugno 2012

#freccexemilia

  • ...
Le frecce Tricolori sono nate nel 1961 all'interno dell'Aeronautica Militare Italiana.



Si chiama hashtag, in italiano cancelletto, che in simbolese twitter è questa roba qui #. E se lo metti vicino ad una parola vuol dire che hai deciso di lanciare un tormentone, che vuoi creare un Trend, una tendenza. Che può diventare Top, ovvero schizzare in cima alle preferenze dei twittaroli, un TT insomma.
Oggi, 1 giugno 2012, in cima c'è @riotta (Gianni Riotta, giornalista, Ex coach Blue Lions, Council Foreign Relations, Board Princeton University. Columnist La Stampa. Due figli. Interista. Nuovo libro: Le cose che ho imparato). La frase è questa: «Chi è d'accordo che le Frecce tricolore sorvolino l'Emilia il 2 giugno per dire a tutti la Repubblica è con voi hashtag #freccexemilia». Ora, lasciamo stare che le frecce sono Tricolori e non Tricolore, il tweet di Riotta è un giochino innocente, una frase senza pretese buttata là, l'ideona del venerdì prima di pranzo. Se l'obiettivo era diventare TT, obiettivo centrato. Ma l'effetto è stato contrario rispetto a quello che avrebbe voluto il suo autore.
Insomma, poco sostegno all'idea con cui si sono mostrati d'accordo in pochi. Moltissimi, invece, i pensieri contro. Ne cito uno che riassume bene un paio di concetti espressi da tanti: «a @riotta hanno rubato l'account, altrimenti non si spiega la stronzata delle #freccexemilia» scrive @lascimmiapensa (La scimmia pensa che rimanda al sito di Mauro Artizzu da Cagliari). Come dire, a volte, il cancelletto ti si richiude contro.
E chissà perchè mi è tornato alla mente l'ultimo cinguettio dell'avatar di Riotta che il 21 aprile scorso ha scritto «quando devo spiegare twitter a mia madre lei mi risponde picchiandomi con un cucchiaio di legno sul popo' c'è chi non è fatto per newmedia», firmato @gioricotta (Gianni Ricotta, che si autodefinisce fratello gemello di @riotta io sono quello buono. Yale e Hogwarts. Tifoso Yankees e pizzottelle. Circonciso. Le opinioni espresse sono espresse). Da allora Ricotta è rimasto in silenzio.

Correlati