Twittarola
6 Giugno Giu 2012 1206 06 giugno 2012

Selezione tivù per Chico Forti

  • ...
Salvo Sottile, giornalista Mediaset



Ci sono la criminologa Roberta Bruzzone (@RobertaBruzzone), nota per il caso di Sara Scazzi ad Avetrana e per i test della verità ai concorrenti del Grande Fratello,  il presentatore e sostenitore di tutte le buone cause Red Ronnie (@redronnieroxy), che ha scelto twitter come megafono per tutte le sue iniziative, e il giornalista Mediaset in ascesa Salvo Sottile (@salvosottile), alla guida di Quarto Grado, la trasmissione di Rete4 che porta la cronaca nera in prima serata tivù. Hanno cominciato a litigare ieri sera, 5 giugno, polemizzando senza esclusione di colpi con tweet e retweet.
La cosa sarebbe divertente se la ragione dello scontro non fosse la storia triste di un italiano che è in carcere a Miami da 12 anni. Il suo nome è Chico Forti, ex campione di surf, che ebbe l'idea di girare un cortometraggio su Andrew Cunanan, il gigolò americano ritenuto colpevole dell'uccisione dello stilista Gianni Versace a Miami nel 1998, smontando la versione della polizia della Florida. Tre mesi dopo Forti fu accusato di aver ucciso un uomo per una truffa immobiliare. Da allora è in carcere.

Chico Forti e la criminologa Roberta Bruzzone



Negli ultimi mesi il web e molti personaggi dello spettacolo si sono mobilitati per chiedere la sua liberazione sulla base di un report consegnato al Dipartimento di giustizia americano dalla criminologa Roberta Bruzzone  (leggi l'articolo).
Quarto Grado venerdì 8 giugno dedicherà parte della puntata al caso Forti. Sottile ha avuto la pessima idea il 4 giugno scorso di chiedere via twitter contatti dei familiari di Forti. Un'incauta e sollecita twittarola ha suggerito a Sottile il nome di Bruzzone e Red Ronnie, che da mesi sostengono la causa della liberazione di Forti. E lo scontro è cominciato.
Bruzzone ha subito precisato: «Non so cosa ne pensi la famiglia a riguardo ma il caso Forti NON ha bisogno di quarto grado e della sua "band"!» e a chi le chiedeva il perché ha risposto con una battuta «preferisco i Simpson, niente di personale!» e poi ha specificato «non voglio avere nulla a che fare con QG» che sta per Quella Gente. I Simpson meglio di Sottile, insomma.  Red Ronnie ha sostenuto da subito Bruzzone, facendo squadra. E ha redatto un decalogo della comunicazione Forti, per utilizzarlo da ora in poi. Già che c'era lo ha twittato. Uno dei punti è questo: «Quindi, anche se sembra impossibile, bisogna oggi fare selezione. @RobertaBruzzone la sta facendo. E lei se ne intende di TV».
La parola d'ordine è Selezione. E Sottile? Il giornalista, che in televisione è nato e cresciuto al Tg5 prima di avere la sua trasmissione tivù, ha polemizzato con Red Ronnie accusandolo di «incoerenza». Subito dopo il conduttore di Quarto Grado ha sottolineato: «siamo noi che non vogliamo farla venire» riferendosi alla Bruzzone, ma ha annunciato «A quarto grado ci occuperemo di Chico Forti con i suoi familiari in studio. State tranquilli, non ci sarà la signora Bruzzone! Promesso!».
Selezione tivù per Chico Forti. Che però sta in carcere, a Miami.

P.S. Dopo la puntata di Quarto Grado è scoppiata la pace tra Roberta Bruzzone e Salvo Sottile sotto gli occh compiaciuti di Red Ronnie. È successo il 10 giugno, via twitter, ovviamente. Adesso si attende l'annuncio della Bruzzone come ospite fissa a Quinta Colonna, il nuovo programma di Sottile che partirà in autunno.

Correlati