VoxLIBRI
12 Dicembre Dic 2017 1839 12 dicembre 2017

L'ALTRO LATO DEL SOLE: un pugno sul setto nasale, il libro di Francesca PETRONI

  • ...
Francesca Petroni
(scrittrice)

Sinossi: Ginevra ha diciotto anni e la sua vita è sospesa fra lo sballo delle notti in discoteca e l’abbandono sui muretti dei sobborghi di Roma. Vive alla giornata, cercando di sopravvivere all’ultimo anno di liceo e a un padre vittima dei propri vizi. Cammina da sola al limitare del baratro delle facili promesse, ma il suo fragile equilibrio è a un soffio dall’essere completamente capovolto. Alexis invece è il suo esatto contrario. Veste di bianco, sembra refrattario a ogni contatto fisico e sfugge a ogni tentativo di socializzazione. Anche lui vive in un mondo tutto suo, che sembra lontano da quello di Ginevra. Ma il loro incontro sarà la chiave che mostrerà a entrambi una via d’uscita dalla gabbia che si sono creati. (L’altro lato del sole, La corte editore, pagg. 232, € 15,90)

Ambientazione: voto 7 - Il romanzo di Francesca si snoda fra le strade dissestate di Roma: dissestate perché raccoglie le giornate di due diciottenni dei nostri tempi, persi fra serate in discoteca al ritmo dello sballo e gesti che odorano di vite problematiche. Certo, la droga, gli abusi, la prostituzione fanno da cornice al romanzo, ma la tela è bianca, e verrà dipinta dai protagonisti... per questo, però, vi invito a leggere il punto successivo - voce “Personaggi”.

Personaggi: voto 8 - Se Ginevra irrompe come la ragazza diciottenne tutta discoteca, droga e sesso, Alexis da il peggio di sé con il suo silenzio, ma solo in superficie. Se Ginevra zittisce la sua esistenza per sfuggire ad un padre “viziato”, Alexis la coccola a modo suo. Due ragazzi come tanti, due ragazzi che rotolano come pietre scheggiate lungo le strade di una Roma distratta. Ma Ginevra è già DONNA. Ginevra è Sally di Vasco Rossi: “cammina per la strada leggera” – le luci fioche dei lampioni riflettono sulle acque del Tevere, mentre - “la gente corre a casa davanti alle televisioni” - piangerà, da sola, ma poi sorriderà, avendo ormai la certezza che “la vita non è stata tutta persa, forse qualcosa s'è salvato, forse davvero non è stato poi tutto sbagliato, forse era giusto così, forse ma forse ma si”.

Giudizio: voto 8 - Francesca Petroni ha un viso angelico… ma attenti!!!... questo potrebbe ingannarvi: così dolce, biondina, carina, te la immagini, educatamente seduta sulla riva di un lago immerso nella natura, intenta a suonare l’arpa per un gruppetto di ragazzine. Invece no, niente di tutto questo. La sua scrittura è un pugno sul setto nasale: te lo rompe, senza chiederti scusa. È un pugile muscoloso mentre suona accordi distorti in un pezzo punk. Insomma, fra un ring e un palco, scegliete anche voi di leggere “L’altro lato del sole”, quantomeno deciderete se continuare a prendere pugni o a suonare la chitarra.

Consiglio all’acquisto: SI, duramente consigliato!!!

----------------------------------------------------------------

Per essere recensiti, scrivere a: redazione@voxlibri.it

Correlati