VoxLIBRI
20 Dicembre Dic 2017 1804 20 dicembre 2017

Intervista a Walter ROMANO: un Manager scrittore

  • ...
Walter ROMANO
(Project Manager, scrittore)

D: Per cominciare, raccontaci un po’ chi è Walter Romano.

R: Un ingegnere che si occupa di Project Management da oltre dodici anni. Project Manager per progetti internazionali complessi in diversi settori di business, dalle infrastrutture per telecomunicazioni ai grandi impianti di oil & gas. Ho conseguito diversi Master e certificazioni nel settore, e dalla passione per il mestiere è nato il libro “Project Manager oggi” pubblicato a Gennaio 2017 da FrancoAngeli.

D:Come spiegheresti in breve cos’è il Project Management ?

R:Mi piace definirlo la scienza e l’arte di gestire i progetti rispettando i tempi, il budget e producendo risultati di qualità ottenendo la soddisfazione del Cliente. Una semplice definizione che racchiude un elevato contenuto di complessità, sopratutto in quei contesti che vedono numerose parti coinvolte.

D:Quali sono le principali sfide per un Project Manager nel mondo di oggi ?

R:Nello scenario attuale caratterizzato da elevata complessità, rapidi cambiamenti e globalizzazione si richiede di completare i progetti con un alto livello di qualità, ma in tempi sempre più ridotti e a costi più bassi. Questa è certamente una delle sfide principali che deve affrontare un Project Manager.

D:Se dovessi identificare in questo contesto le pratiche fondamentali per portare i progetti al successo ?

R:Senza dubbio pianificazione e gestione dei rischi. Il miglior modo per predire il futuro di un progetto è costruirlo: tramite un’attenta pianificazione e la gestione proattiva degli eventi e delle cause di rischio abbiamo buone opportunità di raggiungere gli obiettivi attesi. Le cose non andranno sempre come preventivato, ma una pianificazione attenta e una costante gestione dei rischi permetteranno di mantenere la barca sempre sulla rotta giusta.

D:Dunque quali sono le doti che deve avere un buon Project Manager ?

R:Il Project Manager deve possedere numerose competenze tecniche e comportamentali. Evidenzierei una grande capacità di adattamento alle diverse situazioni e di interlocuzione con i vari attori coinvolti, l’ abilità nell’analisi di dettaglio senza mai perdere la visione generale del contesto. Oggi più che mai i cosiddetti “soft skills”, cioè le competenze comportamentali, si rivelano fondamentali per essere leader e gestire il gruppo di lavoro in maniera efficace.

libro: Project Manager oggi
editore: FrancoAngeli

D:Qual è il contenuto del libro, e perché dovremmo leggere “Project Manager oggi” edito da Franco Angeli editore ?

R:Il testo copre le competenze tecniche e metodologiche necessarie per svolgere la professione, ma presenta anche l’analisi del contesto all’interno del quale i progetti si realizzano e la descrizione delle competenze relazionali e comportamentali indispensabili per un Project Manager. Inoltre ritengo che il Project Management sia fondamentale anche per l’auto organizzazione e la crescita delle comunità, quindi una disciplina importante per tutti.

D:Per chiudere, spiegaci perché hai deciso di scrivere un libro e dove hai trovato il tempo per farlo ?

R:Come detto la passione, ma anche la convinzione dell’importanza di diffondere la disciplina mi hanno spinto a scrivere. E poi, sono cresciuto nella biblioteca dove lavorava mia madre e ogni volta che entro in una libreria non riesco mai ad uscirne a mani vuote: adoro i libri e il mio sogno era quello di scriverne uno. Questo ha significato dormire meno per un paio di mesi e sacrificare diversi fine settimana, sforzi ampiamente ripagati dalla soddisfazione della pubblicazione da parte di un’importante casa editrice e dagli ottimi risultati delle vendite.

Correlati